A cura della Redazione
Manca il numero legale, salta l´ultimo Consiglio Comunale dell´era Starita Salta l´ultimo Consiglio comunale dell´era Starita. A poco più di un mese dalle elezioni amministrative, ormai si pensa solo al voto. E così, per mancanza del numero legale, la seduta non si è svolta. Erano presenti appena dodici consiglieri comunali ed il primo cittadino. Assente l´opposizione (presente, tuttavia, all´esterno dell´aula ma che non ha consentito il raggiungimento del numero legale) e parte della stessa maggioranza. Un altro flop, dunque delle forze politiche di centrodestra che sostengono l´attuale Amministrazione. All´ordine del giorno c´era il riconoscimento di una sfilza di debiti fuori bilancio, tra cui quelli legati a tre manifestazioni dello scorso anno, il "Top 11 Serie D", il "Premio Elia Rosa" e il "I Trofeo Oplonti Marina del Sole". Su questo argomento, c´è stata la dura presa di posizione dell´Italia dei Valori e di Sinistra Ecologia e Libertà, che hanno denunciato l´ennesimo papocchio targato Starita & Co., ovvero aver organizzato le rassegne senza la relativa copertura finanziaria, portando così all´insorgere dei debiti fuori bilancio. "Chiederemo l´inoltro delle delibere alla Corte dei Conti", hanno dichiarato i consiglieri Luigi Cirillo (IdV) e Andrea Fiorillo (Sel). Il dato inquietante che emerge, è che nel 2012 non si è mai tenuto un Consiglio comunale. L´ultima seduta si è svolta nel dicembre scorso. Eppure, Torre Annunziata non è una città che "naviga nell´oro". I problemi e le difficoltà sono tanti ed è strano che i rappresentanti istituzionali dei cittadini, eletti dal popolo, non abbiano, in quest´anno, provveduto a discutere delle tante problematiche che affliggono la città e a proporre soluzioni concrete per la loro risoluzione. Ma tant´è. Ormai il pensiero è rivolto solo alle elezioni. Torre Annunziata può attendere...