A cura della Redazione
Bilancio 2011: proposta dell´opposizione per i bonus sulla differenziata Finalmente il bilancio di previsione 2011 approda in aula. Domani 29 agosto sarà discusso, e quasi certamente approvato dal consiglio comunale, il documento di programmazione e di indirizzo redatto dalla giunta del sindaco Starita. Un bilancio che assomiglia più ad un consuntivo che ad un preventivo, visto che otto mesi di quest’anno ormai sono alle spalle. L’opposizione ha molto criticato questo documento, privo di qualsiasi contenuto programmatico. Io stesso in un precedente articolo ne ho evidenziato incongruenze e paradossi: quasi azzerati i fondi per le agevolazioni fiscali sulla tarsu (100 mila euro anziché i 500 mila del 2010); nessun progetto per lo sviluppo economico; declassata la festa del 22 ottobre, con il dimezzamento dei fondi; la “cultura” considerata un optional, tant’è vero che la prof. Maria Elefante e il dott. Aldo Tolino rischiano di essere assessori senza portafoglio. I consiglieri di opposizione avrebbero potuto emendare il bilancio con proposte alternative e/o integrative a quelle della maggioranza; ma l’operazione sarebbe risultata quasi impossibile, visto che i due terzi dei fondi stanziati in bilancio erano stati già impegnati e in parte spesi. Non restava altro da fare, pertanto, che agire laddove vi erano ancora disponibilità di fondi per recuperare risorse per altre iniziative. E’ quello che hanno fatto i consiglieri dell’Italia dei Valori, di Sinistra Ecologia e Libertà, e del Partito Democratico, che hanno presentato tre emendamenti al bilancio. Il primo di questi, a firma dai consiglieri di IdV e SEL, Luigi Cirillo, Andrea Fiorillo e Luigi Monaco, propone lo stanziamento della somma di 50 mila euro per introdurre i bonus a favore dei cittadini che conferiscono i rifiuti differenziati presso l’isola ecologica di via Roma. Bonus che si concretizzano in una riduzione della tassa sui rifiuti in proporzione alla quantità e qualità dei conferimenti. A tal proposito, è stato elaborata anche una proposta di regolamento che sarà sottoposta successivamente al vaglio del consiglio comunale. Il secondo emendamento, sempre a firma dei tre consiglieri, va a rimpinguare di 5 mila euro il fondo per i “progetti con le scuole per attività socio-educative”, fondo che quest’anno era stato dimezzato. Un ultimo emendamento è stato presentato dai consiglieri del Partito Democratico, Luigi Ammendola e Aldo Ruggiero “affinché - come ha affermato il capogruppo del Pd - si desse un po’ di dignità all’immagine della città nel periodo natalizio. Erano stati quasi completamente tagliati i fondi per Natale 2011 (appena 5 mila euro rispetto ai 33 mila dell’anno scorso). Noi proponiamo un rimpinguamento del fondo di 15 mila euro”. Gli emendamenti dovranno ora essere sottoposti all’approvazione del consiglio comunale, ma ancor prima hanno bisogno del parere tecnico del dirigente dell’Ufficio Finanziario. Sotto questo aspetto, però, non dovrebbero esserci problemi perché i capitoli di bilancio dai quali andranno sottratte le apposite somme sono ancora capienti. Una considerazione finale. Gli emendamenti presentati non vanno intesi come “punitivi” nei confronti degli assessori ai quali sono state sottratte un po’ di risorse. Un esempio per tutti. I 50 mila euro recuperati per i bonus da far usufruire ai cittadini che conferiscono rifiuti differenziati nell’isola ecologica, sono stati sottratti da dieci capitoli differenti in capo al piano esecutivo di gestione dell’assessorato alle Politiche sociali. Ebbene, nonostante i prelievi effettuati, il totale delle somme stanziate in bilancio su quei capitoli superano del 100 per cento quelle in bilancio l’anno scorso (140 mila euro di quest’anno a fronte dei 66 mila e 500 euro dell’anno scorso). ANTONIO GAGLIARDI