A cura della Redazione
Nasce il progetto politico "l´Alternativa" per il rilancio di Torre Annunziata "Si apre una nuova fase, l´era Starita appartiene al passato". Inizia così il primo interpartito post rimpasto tra Pd, IdV, Sel e PdCI per gettare le basi del progetto politico dell´Alternativa. Un progetto che si pone l´obiettivo di costruire la coalizione di centrosinistra proiettata verso le elezioni comunali del 2012, su basi completamente diverse dalle scelte effettuate dal sindaco Starita, che si mantiene su una coalizione che spazia da sinistra a destra. La sede del Pd ospita questo primo incontro che vede la partecipazione di Francesco Porcelli (nella foto) e Luigi Ammendola per il Partito Democratico, Giovanni Magliulo e Antonio Gagliardi per l´Italia dei Valori, Luigi Monaco e Ciro Passeggia per Sinistra e Libertà, e Salvatore Civaro per i Comunisti. Tre ore di confronto serrato per far decollare un progetto ambizioso che dovrà essere aperto alle associazioni presenti sul territorio e a quelle forze politiche interessate all´Alternativa. Una porta aperta, quindi, a Rifondazione Comunista e alle forze politiche moderate. "La coalizione va completata in tempi brevi - dicono i segretari dei partiti - affinché tutti insieme possiamo sottoscrivere un programma politico-amministrativo chiaro e senza fronzoli, che metta in primo piano i problemi reali della città, quali la disoccupazione, lo sviluppo economico, la vivibilità e il disagio sociale. Ma soprattutto che faccia ritornare Torre Annunziata una città normale. Un cantiere aperto quello del nuovo centrosinistra che ha l´ambizione di coinvolgere anche i giovani nel progetto di rilancio della città.