A cura della Redazione
Al via una fase nuova con l´azzeramento della giunta Starita Pubblichiamo il documento politico redatto da 14 consiglieri comunali e consegnato al sindaco Giosuè Starita (nella foto): L’iniziativa politica del segretario del Partito Democratico rischia di far implodere l’Amministrazione Starita. In concreto ha già creato grandi tensioni all’interno della Giunta ed all’interno del suo stesso partito e dei gruppi consiliari. Di tutto avevamo bisogno tranne che di manovre tese ad innalzare il livello di tensione, di malcontento e di disorentiamento. Noi riteniamo Starita un ottimo Sindaco, capace di lavorare 24 ore al giorno, ad un ritmo insostenibile, attento a non perdere nessuna opportunità positiva per la sua Città. La sua Amministrazione ha la sola sfortuna di capitare in uno dei momenti economici più gravi per l’intero Occidente; una crisi produttiva ed economica mondiale che rischia di far fallire diversi Stati Europei. Gli effetti di tale crisi sono ancora più visibili in un territorio come il nostro che aveva fatto dello sviluppo industriale la sua vocazione. Lo stesso polo nautico, unico settore che vantava segni positivi fino all’anno scorso segna pesantemente il passo facendo diventare ancora più drammatica la situazione occupazionale. Il dramma della mancanza del lavoro, della fine degli ammortizzatori sociali diventa sempre più incombente. Da soli non si va da nessuna parte, è proprio in questi momenti storici che deve scattare il sentimento di solidarietà innanzi tutto. Vanno incentivati tutti i movimenti associativi, culturali, di partecipazione attiva che stanno nascendo in giro per la Città individuando insieme ad essi movimenti le priorità sulle quali basare la nostra azione politica ed amministrativa. La presenza di Raffaele Sentiero, rappresentante del territorio nell’ambito dei livelli istituzionali sovracomunali è un valore aggiunto per l’amministrazione Starita nel momento in cui bisogna concretizzare tutta una serie di iniziative che possono essere occasioni di sviluppo per il ns.territorio (lo sviluppo del Porto con la realizzazione della Bretella, la ZFU con l’inizio dei lavori di riqualificazione, l’ulteriore infrastrutturazione del Polo Nautico, la riqualificazione della fascia di costa, ecc.). E’ chiaro che il ridisegno della ns. Città passa attraverso un nuovo e moderno progetto urbanistico-organizzativo non ulteriormente procrastinabile e, in tale situazione, l’Amministrazione Comunale deve svolgere con tutte le sue risorse positive il compito di vero motore dello sviluppo. Ogni singolo Consigliere Comunale, attraverso il lavoro delle commissioni consiliari e con un proficuo e sinergico rapporto con gli Assessori, deve diventare centro di attrazione di iniziative e di proposte che si incontrino con le diverse esigenze espresse dai cittadini. Per fare ciò occorre sviluppare un nuovo clima di intese e sinergie che si basi sui valori della chiarezza, della solidarietà. La nostra Città che è stata la sede della prima Camera del Lavoro si nutre da sempre degli ideali del Centrosinistra (la cultura riformista, quella cristiano-cattolica, quella repubblicana). Noi pur ribadendo tale estrazione, siamo per l’inclusione, siamo per aggregare tutte le forze positive moderate e territoriali che hanno a cuore le sorti della Città e che sappiano mettere da parte gli steccati ideologici e i malcelati rancori personali. Il rispetto della legalità nelle sue molteplici forme è la precondizione sulla quale stiamo costruendo questa coalizione. L’efficacia e l’efficienza dell’azione amministrativa rappresentano l’obiettivo da raggiungere. La valorizzazione delle risorse naturali, archeologiche ed artistiche del nostro territorio nell’ottica di sviluppare opportunità di lavoro serio e duraturo sarà la grande sfida sulla quale vogliamo impegnarci. Questo è un documento aperto al contributo di tutti quelli che sono dotati della volontà di fare della loro Città una città normale dove i diritti non siano più favori e dove i doveri siano distribuiti equamente per tutti. Ognuno faccia la propria parte! Noi con la nostra firma su questo documento a sostegno di Starita vogliamo cominciare una fase nuova, rilanciando l’amministrazione e mettendo da parte le zavorre. La nuova fase inizierà con l’azzeramento delle cariche e l’insediamento di questo nuovo tavolo di concertazione. Firmato: (PD): Francesco Donadio, Carmine Fabbrocini, Antonio Russo Guarro, Domenico Solimeno, Gaetano Veltro. (API): Davide Alfieri, Alfonso Contieri, Nunziato Di Capua, Michele Pinto. (Noi Sud): Antonio Amura, Enrico Boccia, Gioacchino Langella, Raffaele Sentiero. (UDEUR): Angelo Stanzione