A cura della Redazione
Nasce il movimento "Noi Sud". A Torre vi aderiscono Sentiero e Langella E´ federalista e a vocazione meridionale, stabilmente nel centro destra e alleato del Pdl, avversario del Pd nel Meridione e "contrappeso" della Lega Nord. Ma soprattutto non un é "clone" dell´Mpa. Questo é il profilo politico di "Noi Sud", il movimento guidato da Arturo Iannaccone e Enzo Scotti, nato dalla scissione con la formazione guidata da Raffaele Lombardo (MPA). ´Battezzato´ il 22 gennaio scorso alla Camera, ha costituito una componente autonoma nell´ambito del gruppo Misto, con l´adesione di quattro deputati: Arturo Iannaccone, nominato segretario, Elio Belcastro, vice segretario, Antonio Milo tesoriere e Luciano Sardelli, capogruppo. Enzo Scotti, che é sottosegretario agli Esteri, é il Presidente. Proprio Scotti ha illustrato caratteristiche e obiettivi di Noi Sud. "Nasciamo come forza che vuole difendere il bipolarismo. Siamo stabilmente nel centro destra - ha puntualizzato il Presidente - e siamo alleati del Pdl. Teniamo alla nostra autonomia, che è uno dei nostri valori fondativi e intendiamo portare nel Popolo delle libertà le nostre proposte, mantenendo chiara la nostra identità di movimento meridionalista". Radicato essenzialmente nel Mezzogiorno Noi Sud ha l´aspirazione di diventare un soggetto nazionale. "Il nostro é un soggetto a forte radice meridionalista - ha spiegato Iannaccone - che nasce per restituire la centralità alla questione meridionale e la sua portata nazionale". Partito del Sud, ha insistito Iannaccone, ma con una vocazione "autonomista e federalista" che vuole essere un "contrappeso" alla Lega Nord" e avversario del Pd "troppo assistenzialista e clientelare al Sud, privo di un progetto di rilancio e di sviluppo per il Mezzogiorno e che ha nel governatore della Campania, Antonio Bassolino, l´emblema di una classe dirigente che ha aggravato, anziché risolvere, i problemi del Sud". Il nuovo partito ha come Presidente Nazionale Enzo Scotti, mentre il Segretario Nazionale è l´on. Arturo Iannaccone. Tra gli incarichi più importanti e delicati quello di Tesoriere affidato ad Antonio Milo. A Torre Annunziata le prime adesioni. Il Presidente del Consiglio Comunale - Raffaele Sentiero - ed il capogruppo dell´MpA Gioacchino Langella, secondo quanto si apprende, avrebbero aderito alla nuova formazione che in Campania ha per leader Scotti e Milo.