A cura della Redazione
Di Pietro a Torre: "Questo governo toglie ai poveri per dare ai ricchi" Sono le 16,10 quando l’on. Antonio Di Pietro varca la soglia del Bar Massè di Torre Annunziata. Quasi duecento persone, nonostante l’ora pomeridiana, stringono d’affetto l’ex magistrato di “Mani Pulite”, il quale non si sottrae all’abbraccio della folla. Pacche sulle spalle, strette di mano, cenni di riverenza soprattutto da parte di chi ha ancora presente nella mente le battaglie giudiziarie condotte dall’ex pm contro i politici della prima repubblica. Molte, moltissime le donne presenti. Ed è stato proprio di una giovane donna il siparietto più colorito. Mentre Di Pietro stava parlando al pubblico, si è avvicinata e lo ha interrotto: «Presidente, sono le 16,30. Purtroppo devo ritornare al lavoro, ma non mi va di andar via senza prima salutarla personalmente». E via con una stretta di mano. L’incontro politico è stato aperto dalla segretaria cittadina Nives Pagano che, dopo i saluti di rito, ha dato la parola al candidato alle Provinciali dell’Italia dei Valori, Antonio Gagliardi. «Presidente – ha esordito il consigliere comunale, indicando il bellissimo paesaggio del porto oplontino –, ti offriamo questa bellissima cartolina del nostro panorama affinché tu possa conservarla nel cuore e nella mente in ricordo della nostra città. Una città dalle mille potenzialità – ha aggiunto – ma che non riesce a scrollarsi di dosso quelle negatività che l’avvolgono da tanti, troppi anni. E la politica, in tutto questo, non è esente da colpe. Torre Annunziata non ha rappresentanti sovracomunali – ha concluso Gagliardi – e questo non agevola il percorso verso la sua rinascita. Noi dell’Italia dei Valori ci candidiamo a rappresentare Torre nel prossimo consiglio provinciale e, con l’aiuto di tutti voi, siamo fiduciosi di poter centrare questo obiettivo». L’on Di Pietro ha impostato il suo discorso sull’importanza del voto alle Europee, e sulla bontà del programma dell’Italia dei Valori. Non ha disdegnato, però, di bacchettare l’attuale governo «sempre più proteso a togliere ai poveri per dare ai ricchi». Poi, rivolgendosi a Gagliardi, e cingendogli le spalle con il braccio, ha detto: «Signori, avete capito cosa ha chiesto il vostro candidato? I voti per andare in Provincia! E allora cosa aspettiamo, diamoglieli. Siatene certi, ha esperienza, capacità, onestà e competenza per rappresentarvi degnamente». Ricco il parterre degli ospiti: i parlamentari dell’IdV, l´on. Nello Formisano e il sen. Giacinto Russo; i consiglieri regionali Nicola Marrazzo e Giuseppe Maisto; il segretario cittadino IdV di Napoli, Enzo Ruggiero; il candidato alle Europee IdV, Alberto Lucarelli; il direttore generale del Pascale di Napoli, Paris La Rocca. Alle ore 17,00 l’auto del presidente Di Pietro è ripartita alla volta di Benevento. FOTO GALLERY