A cura della Redazione
Partito Democratico a Torre: è già scontro L´altro ieri sera due appuntamenti hanno caratterizzato la giornata politica del Partito Democratico torrese. Due dibattiti, a distanza di un´ora l´uno dall´altro, hanno sancito la spaccatura esistente all´interno del partito di Veltroni, nato appena quattro mesi fa dalla fusione tra i Democratici di Sinistra e La Margherita. Alle ore 18,00, presso l´istituto d´arte "G. De Chirico", le Associazioni "Per il Partito Democratico", "Vanvitelli", "Riformisti per il Mezzogiorno" e "Ecodemocratici", hanno dato luogo ad un dibattito pubblico dal tema: "Insieme per vincere il degrado politico, sociale, ambientale e urbano". Presenti, tra gli altri, l´ex sindaco Monaco, il consigliere comunale del PD Pierpaolo Telese, l´ex segretario cittadinio DS Pierluigi Ilardi, l´ex consigliere comunale della Margherita Aldo Avvisati. Dure, ma a tratti anche concilianti le dichiarazioni dell´ex consigliere comunale Francesco Porcelli: "Lavoriamo - ha detto a conclusione dei lavori - affinché il Partito Democratico non si stringa intorno alla nomenclatura ma apra le porte alle risorse migliori della nostra città". Un´ora più tardi, nella sede cittadina del Partito Democratico, ha avuto luogo il secondo dibattito. Qui era presente il gotha del partito: il segretario regionale Tino Iannuzzi, il sindaco Giosuè Starita, il consigliere regionale Francesco Casillo, l´assessore provinciale Mario Casillo, il vicesindaco Tommaso Solimeno, il segretario cittadino Enzo Ascione, il presidente della commissione carta politica-culturale PD Carola Flauto, un nutrito gruppo di consiglieri comunali e assessori. Il dibattito, dal titolo "Legalità, giustizia e sicurezza" ha visto la partecipazione anche dell´ex sindaco di Ercolano e attuale consigliere regionale Luisa Bossa che, nel suo accorato intervento, ha pungolato l´orgoglio dei cittadini torresi per uscire dall´emergenza criminalità e rifiuti. Si sono succeduti altri interventi, tra cui quelli del sindaco Starita, del responsabile dell´esecutivo regionale Ubaldo Greco, del presidente della commissione Sicurezza Giuseppe Raiola, della scrittrice Carola Flauto e dell´avvocato ex IdV Giovanni Marino che, molto esplicitamente, ha stigmatizzato i "sistemi" elettorali che hanno portato all´attuale formazione del consiglio comunale. Ha concluso i lavori il segretario regionale Tino Iannuzzi che, non ha potuto fare a meno di parlare dell´emergenza rifiuti in Campania, dando pieno sostegno all´attività svolta dal commissario straordinario Gianni De Gennaro. Dal punto di vista politico, invece, ha esplicitamente dichiarato di essere d´accordo con il leader nazionale Walter Veltroni: "Se si andrà alle elezioni - ha detto - , o si mette in campo una coalizione omogenea oppure il PD correrà da solo". (Nella foto, da sinistra Starita e Iannuzzi)