A cura di Salvatore Cardone

Erano le undici di mattina del 16 febbraio 1917. In via Mazzini, a Torre Annunziata, nasceva un bambino che veniva dichiarato al Comune, nello stesso giorno, dalla levatrice Gabriela Caccavale e al quale i genitori avevano dato i nomi di Luigi, Agostino, Alfredo. Il padre era Rosario Pasquale Marco Aurelio De Laurentiis, nato a Torella dei Lombardi, in provincia di Avellino, brigadiere della Real Guardia di Finanza nella città oplontina. La madre si chiamava Giuseppa Luisa Anastasia Salvatore, torrese di nascita. I due genitori avevano dato al neonato i nomi del nonno paterno e materno, e quello dello zio, scomparsi da molto tempo, il primo a 60 anni e gli altri due prematuramente e rispettivamente a circa 39 e 33 anni. Luigi venne battezzato il giorno successivo nella chiesa della Santissima Annunziata. Diventato un bel ragazzo, dopo il diploma di maturità si iscrisse a Giurisprudenza, come il nonno, di cui aveva il nome e che era sempre vissuto a Torella dei Lombardi.

Laureato sia in Legge che in Lingue straniere, si specializzò in bulgaro e vinse una borsa di studio per imparare questa lingua in Bulgaria, a Sofia, dove conobbe la moglie Maria Rendina che era addetta all'Ambasciata italiana. In quel Paese diventò editore del giornale "Bianco e nero", che si interessava di cultura e cinema. Ma la seconda guerra mondiale lo fece ritornare in Italia e si sposò il 7 maggio 1944, nella parrocchia di San Luca, a Venezia, con Maria. Nel 1946 era già al fianco del fratello minore Agostino (Dino), nella produzione del film "Il bandito" di Alberto Lattuada. Fu direttore di produzione di "Le notti di Cabiria" di Federico Fellini,vincitore dell'Oscar nel 1958. Negli anni Sessanta e Settanta Luigi insegnò Produzione Cinematografica presso l'Istituto professionale di Stato per la Cinematografia e la Televisione, realizzando anche una pubblicazione, frutto delle sue lezioni, dal titolo "Tecnica dell'organizzazione della produzione".

Collaborò per un ventennio con Dino, ma ci fu anche un breve periodo in cui lavorò con i napoletani Eduardo De Filippo e Totò. Quando il fratello Dino si trasferì negli Stati Uniti d'America, fondò nel 1975 la Filmauro e il suo braccio destro divenne il figlio Aurelio, allora 26enne (era nato a Roma il 24 maggio 1949).

Luigi De Laurentiis produsse moltissimi film, e tanti furono i successi, da "Un borghese piccolo piccolo" a "La mazzetta", da "Amici miei atto II e III" a "Maccheroni" ed iniziò la serie di "Vacanze di Natale", solo per citarne alcuni. Scomparve a Roma il 30 marzo 1992, a 75 anni, e la moglie Maria 22 anni dopo, nel 2014. Ora il figlio Aurelio continua con successo la tradizione di famiglia di produttore cinematografico e, in più, è diventato presidente della Società Sportiva Calcio Napoli. La notorietà dei De Laurentiis, in Italia e negli U.S.A., è ancora enorme e un piccolo merito è anche di Torre Annunziata, dove sono nati Luigi, Dino e Alfredo, che hanno portato nel cinema la fantasia e la creatività degli oplontini.        

A proposito... sui De Laurentiis ho scritto diversi articoli ed ora sto preparando un libro sulle origini  di questa illustre famiglia.

L'atto di nascita di Luigi De Laurentiis

 

L'atto di Battesimo di Luigi De Laurentiis

Per essere sempre aggiornato clicca "Mi Piace" sulla nostra pagina Facebook