A cura della Redazione
Caffè Letterario Nuovevoci, riparte la locomotiva della cultura E come una fenice che risorge dalle proprie ceneri. Dopo due anni di assenza l’associazione “Nuovevoci” torna sulla scena torrese presentando al pubblico oplontino la nuovissima sede del Caffè Letterario “Nuovevoci” in corso Vittorio Emanuale III, n. 397. Fra pittura, teatro, letteratura, danza e persino cucina, l’inaugurazione è stata un continuo susseguirsi di emozioni, profumi e palcoscenici inusuali. I visitatori, accolti in gruppo dai membri dell’associazione vestiti per l’occasione da capostazione, sono stati condotti nelle diverse stanze del Caffè e ad ogni fermata della “locomotiva della cultura”, hanno potuto assistere a siparietti messi in scena dagli artisti dell sodalizio. Un’atmosfera magica ha avvolto i «viaggiatori», che passo dopo passo sono stati coinvolti sempre più nelle performances artistiche e culinarie dei singoli attori della serata. «Il nostro curriculum parla da solo - spiegano i ragazzi dell’associazione -. In quattro anni di attività siamo stati senza ombra di dubbio l’associazione più attiva sul territorio di Torre Annunziata. Ospiti illustri come Maurizio De Giovanni, Luca Telese, Alex Zanotelli, Marida Lombardo Pijola, Giulio Cavalli, Tommaso Sodano, Antonella Cilento, Franco Forte, Gioacchino Genghi, Ferdinando Maddaloni si sono alternati sul nostro palco. E artisti come Alan De Luca, Raiz, Tony Cercola, I pennelli di Vermeer si sono esibiti alle nostre manifestazioni. E non potevano rimanere senza risposta le centinaia di giovani studenti che hanno partecipato alle manifestazioni sulla legalità, l’ultima delle quali svoltasi proprio nei luoghi della camorra. Un principio, quello della legalità, al quale non abbiamo mai derogato, in ogni nostro comportamento. Oggi - dichiarano -siamo pronti per ricominciare. Più forti di prima, più maturi ma con la stessa passione e la stessa “follia” ad animarci. E pronti ad accogliere chi vorrà fare anche un breve tratto di strada insieme a noi. In una nuova sede, con nuove idee. Il nostro Caffè - concludono - non è altro che un luogo dove ritrovarsi semplicemente per scambiare qualche parola con amici, leggere un buon libro, ascoltare musica e sorseggiare una bevanda». Il Caffè Letterario Nuovevoci nasce nel 2009, da un’idea di tre giovani che vedevano nella cultura uno strumento di diffusione del senso civico e di speranza di riscatto per la città: Antonio Manzo, Francesco Alessandrella e l’attuale presidente del sodalizio, Andrea Palmieri. La prima sede, dal 2009 al 2010, fu ubicata all’interno del Circolo Professionisti e Artisti in corso Umberto. «Sono stati due anni straordinari - ci dice Antonio Manzo -, in cui abiamo organizzato oltre centoventi eventi». Poi il trasferimento all’Istituto Comprensivo “Alfieri” di via Gambardella. Nel settembre 2012, l’associazione resta senza sede e, di fatto, interrompe le sue attività. Fino al 18 ottobre 2014, quando nei locali dell’ex Camera del Lavoro - CGIL di Torre Annunziata, in corso Vittorio Emanuele, rinasce il progetto. «L’obiettivo - prosegue Manzo - è quello di catalizzare le forze positive della città. La cultura è l’elemento trainante della nostra attività. Contiamo di istituire al più presto laboratori teatrali per adulti e bambini, corsi di scrittura creativa e promuovere altre manifestazioni di carattere socio-culturale, come presentazioni di libri, spettacoli musicali. Purtroppo, le risorse economiche a disposizione non sono sufficienti, dal momento che sono i soci ad autofinanziare l’associazione. Per questo - continua Manzo - faccio appello a chiunque voglia, di sostenerci anche con un piccolo contributo. Al momento - conclude Manzo - non c’è ancora un calendario delle attività. Ma al più presto ci riuniremo per definire la programmazione per i mesi di novembre e dicembre. Accettiamo di buon grado collaborazioni ed idee. Per contattarci, è possibile utilizzare la nostra pagina Facebook “Caffè Letterario Nuoveoci”». FRANCESCO RUOTOLO