A cura della Redazione
Primo Maggio e "Notte dei Musei", aperti i siti archeologici vesuviani Il Primo Maggio, festa del lavoro, saranno aperti al pubblico i siti archeologici vesuviani insieme agli altri monumenti della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei (Pompei, Ercolano, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Oplontis, Baia, Cuma, Capri, Boscoreale, Stabiae, Nola, Pozzuoli e Sorrento). Nel corso della "Notte dei Musei" (19 maggio 2012), saranno aperti al pubblico, dalle ore 20.00 fino alle ore 02.00, i siti archeologici dotati di impianto funzionante d’illuminazione notturna, vale a dire gli scavi di Pompei, Ercolano, Oplonti, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, Nola, Sorrento e Boscoreale. Sono stati organizzati anche spettacoli alle Terme di Baia con il “Mirabilis Festival”, dal 24 al 30 aprile 2012. Il programma delle visite notturne è limitato alle aree dotate d’impianto d’illuminazione. Agli Scavi di Pompei sarà riproposta la visita notturna all’area che si trova nei pressi dell’ingresso di Porta Marina: le Terme Suburbane, caratterizzate da un mosaico, affreschi marini, decorazioni, posti nell’apodyterium (spogliatoio) che forma un vero e proprio “catalogo erotico” per le “prestazioni” offerte dalle "lupe" (prostitute). La visita alle Terme Suburbane, della durata di circa 30 minuti, sarà riservata a gruppi di 30 persone sotto la guida di un archeologo. L’unico neo dell’iniziativa è dovuto al fatto che le richieste di visita saranno come sempre superiori alle possibilità offerte dalla Direzione degli Scavi. Ad Ercolano sarà possibile vedere la barca romana rinvenuta il 3 agosto del 1982. Il Museo Nazionale Archeologico di Napoli potrà essere visitato nella sua interezza perché provvisto di illuminazione in tutte le sale. Interessante il programma del “Mirabilis Festival” che si inaugurerà il 24 aprile con “Servillo legge Napoli”; il 25 aprile ci sarà Anna Mazzamauro in “Quando eravamo… da sola”; il 26 aprile, La Mansarda Teatro dell’Orco porterà in scena “Gervaso e Carlotta”. Nello stesso giorno, visita guidata serale e letture degli allievi del laboratorio “Memorie e Versi dei Campi Flegrei”. Il 28 aprile Mimmo Borrelli sarà protagonista dello spettacolo “Malacrescita”; il 29 aprile Saverio La Ruina si esibirà in “Italianesp”. Conclusione il 30 aprile con Enzo Moscato in “Compleanno”. Evidentemente, contrariamente alle previsioni pessimistiche, il Ministero dei Beni Culturali ha trovato i fondi per pagare gli straordinari ai custodi nei giorni festivi e nelle ore serali ,al fine di consentire le manifestazioni fuori programma. Da parte loro, i sindacati hanno fatto presente “l’ennesima apertura di credito che hanno fatto all’Amministrazione perché non sono ancora state pagate le prestazioni di lavoro rese nei festivi precedenti”. MARIO CARDONE