A cura della Redazione
Cancellato il Premio Elia Rosa, critiche all´Amministrazione comunale "Il Premio Elia Rosa è stato eliminato dal Bilancio comunale, dico eliminato e non tagliato, per cui non esiste nemmeno la possibilità che il prossimo anno ci sia un minimo di speranza per ottenere qualche briciolina". Ad affermarlo in una nota ufficiale è Carlo Piedepalumbo, dell´associazione "Amici di Elia Rosa onlus". La manifestazione canora-musicale è un tributo ad un grande sassofonista torrese conosciuto in tutto il mondo, Elia Rosa per l´appunto, scomparso prematuramente. Nell´ultimo Consiglio comunale, con l´approvazione dell´equilibrio di Bilancio votato da una maggioranza risicata, sono stati completamente stralciati i fondi destinati alla kermesse, sei mila euro, precedentemente stanziati. "Ricordo - prosegue Piedepalumbo - che stiamo parlando di una manifestazione che nel giro di quattro anni è arrivata ad avere una valenza nazionale. Il bando di gara, riportante la dicitura “Città di Torre Annunziata”, viene diffuso in tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado, direttamente dal Ministero dell’Istruzione, e che ha ricevuto il patrocinio del Ministero della Gioventù, dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ed ottenuto la riconoscenza del Capo dello Stato con la conseguente consegna della Medaglia del Presidente (in quella occasione, l’amministrazione comunale ha anche ringraziato il Presidente Giorgio Napolitano con affissione di manifesti per la città). Non ricordo, a memoria, che ci sia nella città di Torre Annunziata, una manifestazione con tanti riconoscimenti. Visti tutti questi riconoscimenti, e soprattutto la vasta partecipazione anche di scuole locali, vorrei sapere quali siano stati i criteri applicati per il taglio dei fondi". Infine, l´attacco agli amministratori ai quali "non interessa" la manifestazione, "o meglio, pensano ad altri interessi. Probabilmente -conclude Piedepalumbo - per evitare questa esclusione dal bilancio, il patrocinio doveva essere chiesto non al Sindaco, ma alle Politiche sociali, che in questa città sembra vivere di vita propria". Chiaro riferimento al "peso specifico" in giunta dell´assessore Ciro Alfieri.