A cura della Redazione
"Il mondo di Rayenn", personale di Raimondo Caso a Nonsolocaffè E´ stata inaugurata, presso il Nonsolocaffè di Torre Annunziata, la mostra "Il mondo di Rayenn" dell´artista oplontino Raimondo Caso, a cura di Maria Alba e Loredana Trisante. La mostra sarà visitabile fino al 14 marzo e diventerà la cornice degli appuntamenti musicali e teatrali che si susseguiranno con cadenza settimanale: iniziando con il live cantuatorale/Jazz dei R&Fusion che si terrà lo stesso venerdì proseguendo con l´atteso concerto della cover band degli Anime CTM del 4 marzo e il trio ABC (Africa Brasile Cuba) composto da Antonio Montuori, Pasquale Panico e Alfonso D´Antuono il lunedì seguente. L´artista Raimondo Caso e le sue opere sono descritte nella seguente presentazione di Loredana Trisante. Gli esordi pittorici di Rayenn sono segnati dall´arte informale: i dipinti degli anni ´80 testimoniano chiaramente il suo interesse per il colore, la voglia di scoprire e sperimentare i molteplici effetti cromatici ottenuti mediante l´uso soprattutto di smalti colorati. Attraverso continue sovrapposizioni, Rayenn modifica le tonalità dei colori fino a quando non raggiunge la tinta ideale, quella idonea ad esprimere l´idea di fondo del suo pensiero. Guizzi di colore e di emozioni si susseguono allora numerosi e vari sulla tela fino a tracciare un percorso in cui la materia acquista crescente suggestione man mano che Rayenn procede alla registrazione di libere associazioni mentali. L´ultima produzione, a carattere figurativo-simbolico, comprende una serie di dipinti realizzati a partire dagli anni ´90 fino ai giorni nostri. Si tratta per lo più di scene desunte dal vecchio e nuovo testamento, ma lungamente interiorizzate e per questo ripresentate in una nuova chiave di lettura. Paesaggi arcani appaiono come sospesi nel tempo, si presentano rocciosi e semideserti, popolati soltanto da minuscoli personaggi: sono gli abitanti del cielo, presenze leggere ed eteree. Colori sgargianti e luminosi, soprattutto il blu, l´azzurro ed il verde, danno vita a cascate rigogliose e a cieli tormentati da nuvole che si addensano. Raimondo Caso ci offre la sua personale visione del ‘mistero rivelato´: un oltretomba perennemente rischiarato da raggi di luce divina, che testimoniano la sua decisa volontà di superare posizioni negative e dolorose. Ne "Il passaggio", la croce, al centro della composizione, segna il confine tra il mondo terreno e quello ultraterreno, Cristo e i due ladroni da un lato, il mondo celeste dall´altro. Ma, mentre uno dei ladroni, scettico e beffardo, guarda ancora alla realtà terrena, Cristo e l´altro ladrone sono già proiettati verso l´aldilà. Il dipinto esprime il rovello interiore dell´autore, dibattuto tra il mondo spirituale e quello materiale, ma chiaramente più proteso a liberarsi del peso del corpo in nome di una libertà di pensiero che non sopporta passività e conformismi. Raimondo Caso, in arte Rayenn, nasce a Torre Annunziata nel 1946. Parrucchiere di professione, si è dedicato con passione alla pittura sin dalla prima giovinezza. Nel 1987 ha partecipato al concorso Arti Figurative Oplonti e vinto il 1° premio per la sezione pittura. Attualmente vive e lavora a Torre Annunziata. COMUNICATO (foto di Paolo Borrelli)