A cura della Redazione
Inaugurata al de Chirico la rassegna "Contact-s", luoghi dell´arte contemporanea Inaugurato ieri sera, con gli interventi del dirigente scolastico Felicio Izzo, dell´ideatore professore Franco Cipriano, della curatrice dottoressa Raffaella Barbato e di Gabriele Perretta, critico e storico dell´Arte dell´Università Paris-IV e dell´Accademia di Belle Arti di Brera, nella insolita location dell´ISA de Chirico di Torre Annunziata, "Contact-s", luoghi d´arte contempopranea. Evento che nasce dall´ esigenza ineludibile di aprire la scuola alla società; dall´idea di mettere in relazione profonda i suoi saperi con i percorsi culturali e creativi dell´Arte contemporanea; dal bisogno di evidenziare e mostrare l´incisività e la forza comunicativa che scaturiscono dall´incontro tra espressività artistica e tecniche multimediali. Due i momenti salienti: la mostra Aule Sospette, insieme di interventi site specific, in cui gli artisti (tra cui anche ex allievi della scuola) sono stati chiamati a dialogare e relazionarsi con le interferenze ed il vissuto degli ambienti scolastici, attraverso anche l´ausilio del linguaggio video; Schermi Sensibili rassegna che presenta, con selezionata sintesi, l´evoluzione e le dinamiche del linguaggio visivo legate alla sperimentazione “delle immagini in movimento”, un´indagine che parte dal cinema d´artista fino al live video, passando per la video art, la video animazione e la video installazione. La manifestazione col suo qualificato valore culturale ed artistico, ha inoltre tra i suoi obiettivi quello di identificare la Scuola, in uno spirito autenticamente innovativo e di riforma, non solo come luogo dedito alla formazione ma anche come laboratorio “open space” della cultura e delle arti contemporanee, di dar voce e spazio a nuove forme della didattica e di essere spazio di esperienze produttive ed espositive dei nuovi linguaggi dell’arte. Il progetto costituisce il primo passo concreto per un inedito Nuovo Polo Culturale che nasce nella scuola a Torre Annunziata, ma si proietta sul territorio regionale e nazionale. A completamento della rassegna la proposta di Giardini d´Enigmi, installazioni, forme scultoree e “spazi dipinti” realizzati dagli studenti, a cura dei docenti della sezione Architettura.. La mostra resterà aperta al pubblico fino al 18 giugno, sarebbe un vero peccato non visitarla. Opening dal 29 maggio al 18 giugno 2010, tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 10,00 alle ore 16,30 info 3393708413 – 0815362838 – www.isadechirico.it