A cura della Redazione
La scuola dell´arte... bianca «Il nostro talento è nella capacità di trovare un significato attraverso la creazione di narrazioni che diano rilievo alle nostre fatiche, esaltino la nostra storia, spieghino il presente e diano indicazioni per il futuro». Questa frase di Neil Postman racchiude bene il senso conferito dai docenti del III Circolo Didattico di Torre Annunziata alla realizzazione del percorso formativo rivolto agli alunni della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria durante l’anno scolastico 2008-2009. Titolo del progetto: “Una Scuola… una città”. Una città d’arte da osservare attraverso un percorso fotografico dei monumenti della città, l’approfondimento archeologico con ricerca-azione degli alunni mini-guide, la riscoperta della cultura dell’Arte bianca, mostre presepiali, di solidarietà e di produzione di manufatti in pasta di sale e di grano. Ed è proprio l’Arte bianca il tema della mostra del Piano dell’offerta formativa di fine anno che gli alunni hanno allestito ed esposto lo scorso 23 maggio nei locali della Direzione del III Circolo di via Isonzo. Per l’occasione, sono stati presentati cartelloni e lavori raffiguranti le varie fasi della crescita del grano, della raccolta delle spighe, della macinazione e della produzione della farina. Suggestivo lo stand della mostra in cui i bambini impastavano sulla madia il pane e la pasta fresca, coinvolgendo gli adulti-visitatori nel gioioso gioco-lavoro. Ricchissima la realizzazione dei cartelloni relativi alla storia di Torre Annunziata, corredati di foto e di immagini dei pastifici e dei mulini di un tempo. Da sottofondo musicale le voci registrate del coro degli alunni del III Circolo che intonavano brani di canzoni antiche. Hanno preso parte all’iniziativa il sindaco di Torre Annunziata, Giosuè Starita, il quale ha espresso significativi apprezzamenti alla comunità scolastica del III Circolo che, grazie all’impegno della sua dirigente, AnnaMaria Papa, supplisce alle carenze delle altre istituzioni operando in un territorio aspro. L’augurio del primo cittadino è che «si possa lavorare sempre più sinergicamente in rete per realizzare un progetto di partecipazione e condivisione cittadina che parta proprio dalla Scuola». Presenti tra i numerosi ospiti il preside della scuola media “Alfieri-Manzoni”, Biagio Peluso, intervenuto con una rappresentanza di docenti, ed i consiglieri comunali Enrico Boccia e Antonio Gagliardi. In un clima di stima e di familiarità che ha visto coinvolti bambini, genitori, docenti e istituzioni, la dirigente AnnaMaria Papa ha rivolto un sentito ringraziamento a tutti gli intervenuti, auspicando la presenza di una Scuola sempre più collegata al territorio, da cui ricevere gli stimoli per il proprio operato e a cui rimandare visioni di sviluppo e crescita per una città migliore. MARINELLA CIMMINO