A cura della Redazione
Ecco l´Ippocampo, un premio per Torre Annunziata Conferenza stampa al Lido Azzurro per la presentazione del “Premio Ippocampo, Torre Annunziata protagonista” alla presenza dell’intero staff organizzativo dell’iniziativa e dei sindaci dell’area vesuviana Giosuè Starita, Agnese Borrelli, Genaro Cirillo e Gennaro Langella. I colleghi giornalisti Federico Orsini e Luisa Apicella hanno illustrato le finalità del Premio Ippocampo che sarà diviso in sezioni: Teatro amatoriale, Cinema, Musica, Moda e Gastronomia, con un premio specifico denominato "Ippocampo Chef". Molto profondo l’intervento della madrina della manifestazione, la scrittrice Maria Orsini Natale (nella foto) che, tra l´altro, ha dichiarato: “Sono cresciuta sulla lava. Oggi c’è la vergogna. Ieri un passato nobile”. L’iniziativa prenderà il via il 30 maggio prossimo con la rappresentazione teatrale da parte di una compagnia amatoriale de L’Aquila, come simbolo della solidarietà tra due città che, nella loro storia, portano indelebili i segni del terremoto. Il premio "Ippocampo” è stato realizzato in pietra lavica, con il becco in oro e il cuore in corallo. Nell’occasione, il pastificio Setaro, ha presentato un nuovo tipo di pasta a forma di “cavalluccio marino”, nato dalle mani di esperti pastai, simbolo indiscusso delle nostre radici popolari ed artistiche. Paolo Borrelli