A cura della Redazione
Rassegna "Incontriamoci a teatro", omaggio a Peppino De Filippo Nuovo appuntamento teatrale nell´ambito della rassegna promossa dall´associazione culturale "Ex Allievi Don Bosco" di Torre Annunziata. Il 27 e 28 marzo, alle ore 20,30, il GATI (Gruppo Artistico Teatro Insieme) porterà in scena, al teatro Di Costanzo-Mattiello di Pompei, “Miseria e follia nell’arte di un autore”, opera in quattro atti unici, per la regia di Elio Sorrentino. La rappresentazione rientra nella rassegna "Incontriamoci... a teatro 2008/2009". Il Gruppo Artistico Teatro Insieme, in occasione del 30° anniversario della sua nascita, ha scelto di rendere omaggio all’arte del nostro indimenticato ed indimenticabile Peppino De Filippo, scegliendo di percorrere attraverso la sua arte un viaggio molto particolare, interessante e speriamo divertente nella miseria e nella follia: due mondi che sembrano, solo apparentemente, lontani e diversi, ma che, invece, nella realtà della vita quotidiana si incontriamo cosi da vicino che l’una può escludere o determinare l’altra. Quanta miseria è figlia della follia e quanta follia ignora la miseria !!! Tutta l’azione teatrale è dedicata a chi mette spesso a confronto la miseria e la follia della propria esistenza con quella degli altri in una continua lotta per la sopravvivenza. Una Miseria che è certamente dura per chi mette spesso a confronto la miseria e la follia della propria esistenza con quella degli altri in una continua lotta per la sopravvivenza. Miseria e follia insieme: impossibile immaginare un’accoppiata peggiore. Poveri amici tormentati dalla miseria e vittime della follia. Ma quando la disperazione e la follia di un solo individuo coinvolge gli altri, ne condiziona i comportamenti, crea equivoci e folli conclusioni... e allora le conseguenze possono essere imprevedibili. Nella vita spesso esse sono tragiche e definitive; sul palcoscenico e in teatro, per fortuna sono invece solo un’occasione per sorridere e divertirsi, tuffandosi nel collettivo buonumore unico scudo alla follia collettiva. Elio Sorrentino (nella foto, Peppino e Titina De Filippo)