A cura della Redazione
Omaggio a Luisa  Conte, applausi per Gloriana al Politeama Ancora applausi e divertimento al Politeama grazie alla rassegna teatrale organizzata dall’Assessore Maria Elefante “ Torre a Teatro”. In scena ieri sera “Angelarosa Schiavone” la commedia di Gaetano Di Maio. Personaggio principale della storia Gloriana, che con comicità e un pizzico di tragicità ha interpretato la storia di una madre che per il bene del figlio Gabriele, avuto da “ò Padron” di casa il colonnello De Biasis, decide di non svelare mai la sua maternità e fare la “cammerera” solo per veder crescere il proprio figlio. Gabriele è un giovane ragazzo che ama le donne seducendole tutte al punto che si ritrova in casa con le sue due compagne; Iolanda una ricca ragazza di Napoli e Graziella, una contadina che aspetta un figlio dal “baroncino” De Biasis. Ovviamente il padrone di casa non accetta un matrimonio con una contadina e fa di tutto affinché Graziella riesca a trovare un uomo che la sposi non restando disonorata. Entra in scena Oscar Di Maio che interpreta Delfino Carosiello detto “ò porco”perché sposa le donne sedotte e abbandonate da altri uomini. Gabriele si scopre sempre più innamorato di Graziella e decide di crescere con lei il bambino, lasciando così Iolanda che trova conforto in Carosiello. Dopo continue interferenze di Angelarosa che cerca di trovare una soluzione affinché il colonnello de Biasis accetti questo matrimonio, Graziella partorisce grazie all’aiuto di Angelarosa. Il colonnello De Biasis sentendo per la prima volta il pianto della sua nipotina si intenerisce e accetta le nozze. Angelarosa, invece, tenendo in braccio la piccolina promette ancora una volta che nessuno mai saprà la verità e vedrà crescere sotto mentite spoglie anche la sua nipotina. La scena si chiude con un tenero urlo di Angelarosa: Io sò à nonna! “Il teatro allunga la vita”, così Gloriana saluta il pubblico torrese che alla fine dello spettacolo non smette di applaudire. ENZA PERNA