A cura della Redazione
Pompei. Messigno, anziano si toglie la vita. Scrive lettera ai familiari Un ottantacinquenne di Messigno (frazione alla periferia sud di Pompei) domenica sera ha scritto di suo pugno una lettera di commiato alla famiglia e successivamente si ? sparato una pallottola nel cuore con il suo fucile da caccia. La prima a correre nella stanza da cui ? provenuto il rumore dell?esplosione dell?arma da fuoco ? stata sua moglie, che era intenta alla recita vespertina del Santo Rosario nella stanza accanto. La povera donna, spaventata ed incredula, si ? trovata di fronte una scena spaventosa: il marito giaceva a terra senza vita con il petto squarciato dal proiettile che lo ha trafitto. Accanto al suo corpo la sedia su cui stava seduto. Pare che, dopo aver scritto alla famiglia, si fosse aiutato con un?asta di legno per premere il grilletto del suo vecchio fucile da caccia che oramai non utilizzava pi? da anni. Si ? compreso successivamente che forse aveva messo da parte una sola cartuccia perch? erano anni che non andava pi? a caccia. L?anziano formava insieme alla moglie una coppia esemplare, ben voluta dal vicinato. Aveva figli sposati e nipoti. Il motivo che indotto la sua profonda depressione (che per? non era stata notata) ? stato probabilmente la progressiva perdita della funzionalit? delle gambe. Non si sarebbe rassegnato ad un futuro su una sedia a rotelle, lui che era stato da giovane persona molto attiva e lavorando da operaio. Se ne deduce che aveva programmato da tempo l?estremo atto. Prima, per?, aveva scritto una lettera alla famiglia, che ? stata trovata sul tavolo vicino al suo corpo esanime. In essa ha dichiarato per l?ultima volta il suo affetto per tutti i familiari e chiesto scusa per il suo gesto estremo motivato dalla pesantezza dei mali della vecchiaia. Poco dopo il ritrovamento del suo corpo, sono stati chiamati sul posto i carabinieri che hanno redatto regolare verbale sull?accaduto, come richiede in questi casi la procedura, ma data la chiarezza della dinamica del fatale incidente, di decesso dovuto a suicidio, il giudice del Tribunale di Torre Annunziata ha fornito l?immediata autorizzazione al regolare svolgimento dei funerali. MRIO CARDONE Twitter: @mariocardone2