A cura della Redazione
Crolla l´accusa nei confronti di Nazario Matachione per assenza di gravi indizi Crolla l’accusa nei confronti dell’imprenditore farmaceutico Nazario Matachione e degli ufficiali delle Fiamme Gialle Fabio Massimo Mendella e Fabrizio Giaccone. La decima sezione del tribunale del Riesame di Napoli, dopo tre ore di discussione, ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere "per assenza dei gravi indizi di colpevolezza". Il colonnello Giaccone è stato subito rimesso in libertà, mentre Matachione dovrà attendere la decisione del Rieame in merito alle accuse da cui è scaturita la seconda ordinanza, relativa ad ipotetiche vicende corruttive, che ha visto coinvolgere nell´inchiesta anche un funzionario regionale in servizio presso l´assessorato alla Sanità. Grande soddisfazione da parte degli avvocati difensori dell’imprenditore farmaceutico di Torre del Greco. "Accolgo con soddisfazione – afferma l’avvocato Elio D’Aquino – la decisione del Riesame che ha accertato la mancanza di qualsiasi quadro indiziario atto a giustificare la misura cautelare in carcere del mio assistito. Aspettiamo ora fiduciosi l’esito della seconda ordinanza, prevista per venerdì sera o al massimo sabato mattina". Qual è lo stato d’animo del dottor Matachione? "L’ho visto ieri mattina – prosegue D’Aquino – prima della decisione del Riesame. Nonostante abbia dovuto subire l’onta della custodia cautelare in carcere, rimane un uomo combattivo e pronto a dimostrare in qualsiasi sede la sua estraneità ai fatti che gli sono stati imputati".