A cura della Redazione
Cinque arresti per rapine in uffici postali tra province di Napoli e Salerno I carabinieri della Stazione di Pompei, comandata dal maresciallo capo Tommaso Canino, hanno tratto in arresto ieri (3 ottobre) una banda di rapinatori composta da cinque persone del Vesuviano (tre di Scafati, una di Boscoreale ed una di Poggiomarino). Solo il rapinatore di Poggiomarino (dei 5) non ha precedenti penali. Tutti e cinque i delinquenti arrestati sono stati raggiunti da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata perché sono fondatamente ritenuti, a vario titolo, responsabili di associazione per delinquere finalizzata alle rapine e alla ricettazione (erano specializzati in rapine presso uffici postali e tabaccherie) nonché di violazione alla legge sulle armi. Difatti in una precedente rapina a Palma Campania uno dei delinquenti ha esploso un colpo di arma da fuoco che fortunatamente non ha prodotto vittime né feriti. Nel corso di indagini coordinate dalla Procura delle Repubblica torrese, i militari dell´Arma hanno identificato i 5 delinquenti come la banda criminale che aveva perpetrato rapine in uffici postali e tabaccherie site tra le province di Napoli e di Salerno. L’indagine è stata avviata e portata avanti dai carabinieri della Stazione di Pompei dopo una rapina dell’aprile scorso ai danni di una tabaccheria sita presso le palazzine popolari di via Nolana. Alla fine l’indagine ha avuto successo dopo che i militari di Pompei si sono impegnati in otto mesi di lavoro investigativo consistente nelle visure di nastri registrati da impianti di video sorveglianza, appostamenti ed intercettazioni telefoniche successivamente a diverse rapine commesse tra i territori di Pompei, Palma Campania e Sarno. MARIO CARDONE Twitter: @mariocardone2 .