A cura della Redazione
Lotta allo spaccio di droga, blitz al Piano Napoli. Duro colpo alla malavita Blitz dei carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata al Piano Napoli di Boscoreale. Alle prime luci dell´alba, i militari hanno messo a setaccio il "rione della droga", dando esecuzione a ventisei ordinanze di arresto, di cui diciannove in carcere e sette con divieto di dimora in Campania. Tutte le persone colpite dai provvedimenti sono accusate di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri, guidati dal maggiore Luca Toti, hanno sequestrato oltre trecento dosi di cocaina, duecentoquaranta di marijuana e 2 chili e mezzo dello stesso stupefacente non ancora confezionati. Ritirate, inoltre, ben trentaquattro patenti di guida. L´intera operazione è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata che si è avvalsa della preziosa collaborazione investigativa dei carabinieri della Stazione di Boscoreale, che hanno monitorato, a partire dall´aprile scorso, circa cinquecento episodi di spaccio di sostanze stupefacenti avvenuti nel popolare rione di via Settetermini. In tutti questi mesi, tredici pusher sono stati colti in flagranza di reato e oltre settanta giovani, per lo più provenienti dai Comuni limitrofi e dall´Agro-Nocerino, sono stati segnalati alla Prefettura in qualità di assuntori. L´attività di spaccio si consumava in tutte le ore del giorno senza sosta, tanto che la Procura parla di un vero e proprio mercato rionale della droga, una sorta di "Scampia vesuviana". E, proprio come accade nella periferia del capoluogo partenopeo, anche al Piano Napoli si sono verificati episodi di "resistenza" alle attività delle forze dell´ordine, con sommosse di quartiere a difesa dei delinquenti.