A cura della Redazione
Morte del giovane ristoratore: ricostruta la dinamica dell´incidente Ad un giorno di distanza dall´evento tragico che ha portato alla morte il giovane Antonio Izzo, si delineano i particolari dell´incidente stradale in cui è stato coinvolto la moto su cui viaggiava il 32enne, una Ktm comprata solo in mattinata, e l´auto, una Fiat Punto, guidata da una ragazza di 18 anni. Poco prima dell´una di notte tra venerdì e sabato, Antonio chiude il suo ristorante "A Purtucella", sito in corso Umberto I, e sale sulla sua nuova moto per recarsi a casa in direzione Tribunale. Percorre appena pochi metri, quando all´altezza dell´incrocio con via Tagliamonte, va a scontrasi con la Fiat Punto che proprio in quel momento da via Tagliamonte si immette su corso Umberto I, direzione centro della città. Nonostante la velocità limitata dei due veicoli, il 32enne finisce sull´asfalto e muore sul colpo. Sebbene l´ora tarda, la strada è ancora affollatta di giovani che subito cercano di prestare i primi soccorsi allo sfortunato ristoratore. Di lì a poco giunge anche l´ambulanza del 118, ma al personale medico non resta altro che constatarne l´avvenuto decesso. Man mano che passa il tempo, la strada si affolla di parenti ed amici. Sul posto giungono anche i genitori di Antonio, disperati ed increduli per quanto accaduto. Una scena drammatica si presenta davanti ai loro occhi. Nel frattempo sopraggiunge anche una pattuglia dei carabinieri, coadiuvata dai militari dell´esercito, ed incomicia ad effettuare i primi rilievi del caso per riscostruire le fasi dell´incidente che hanno determinato l´impatto fatale. Ma ancor prima devono salvaguardare l´incolumità della ragazza alla giuda della Fiat Punto. Sotto choc, la 18enne è chiusa nel suo abitacolo, circondata dagli amici della vittima che inveiscono contro di lei. Ben presto però la situazione ritorna alla normalità e così i militari dell´Arma possono ricostruire la dinamica dell´incidente, aiutati anche dalla testimoniamza di alcune persone. Nel frattempo, la Procura della Repubblica di Torre Annunziata ha aperto un´inchiesta ed ha iscritto la ragazza nel registro degli indagati con l´accusa di omicidio colposo.