A cura della Redazione
Sequestro di botti illegali e di prodotti ittici, i particolari dell´operazione Emergono i particolari dell´operazione dei carabinieri che ha consentito di scovare e sequestrare ben 5 quintali di botti illegali. I carabinieri della Compagnia di Torre Annunziata, guidati dal capitano Luca Toti, con l´ausilio dei N.A.S. di Napoli, e dei militari dell´Esercito, hanno condotto nella giornata di ieri un blitz in via Caracciolo (zona Porto) che ha portato al ritrovamento di fuochi artificiali fuori legge, come cipolle, track e bombe carta. La merce era stipata all´interno di un locale situato nell´area sottostante il ponte della linea ferroviaria Napoli-Salerno. A scoprirla, i cani del Nucleo Cinofili del Comando provinciale dei carabinieri di Napoli, in collaborazione con l´Aliquota Artificieri Antisabotaggio. Antonio Romano, 44 anni, pregiudicato, è stato arrestato per detenzione di fuochi artificiali proibiti. Dopo la catalogazione, il materiale è stato sequestrato. Nel corso della stessa operazione, i militari, con l´ausilio dei veterinari dell´Asl, hanno anche denunciato in stato di libertà quattro persone di Torre Annunziata, per la vendita su banconi abusivi di una tonnellata prodotti ittici, molluschi, crostacei decongelati, in cattivo stato di conservazione e senza alcuna autorizzazione. La merce era pronta ad essere venduta in occasione del tradizionale mercato di fine anno.