A cura della Redazione
Acireale: scontri dopo la partita, ferito un torrese Un pomeriggio di autentica follia ha rovinato l´amichevole tra Acireale e Messina, alla quale ha fatto purtroppo da contorno un grave scontro tra tifosi. Poco prima della conclusione della gara, disputata allo stadio "Tupparello", all´esterno dell´impianto, sono entrate in contatto la tifoseria locale ed alcuni supporters del Messina, che hanno lasciato in anticipo la struttura, per raggiungere la stazione, dove li attendeva il treno che li doveva riportare nella città dello Stretto. Il fitto lancio di pietre scatenatosi all´esterno del "Tupparello" ha originato il danneggiamento di alcune autovetture in sosta. Colpito ad un occhio - probabilmente da una cinghia di un pantalone - un ragazzo originario di Torre Annunziata, che è stato trasportato in tutta fretta in ambulanza al pronto soccorso. A seguire la gara infatti era presente anche una delegazione di tifosi del Savoia, società tradizionalmente gemellata con quella dell´Acireale. Lo sfortunato ragazzo, che ha meno di 30 anni e che rischia di perdere la funzionalità di un occhio, è stato in seguito trasportato all´ospedale "Cannizzaro" di Catania, dove è presente un reparto specializzato in trattamenti oculistici. La Digos ha realizzato ampi filmati all´interno ed all´esterno dello stadio "Tupparello". Ciò potrebbe consentire l´identificazione dei protagonisti dello sconcertante episodio. Sotto accusa l´assenza di un adeguato servizio d´ordine nei pressi della struttura ed il mancato arrivo di un reparto mobile della Polizia, che avrebbe dovuto presidiare l´impianto. Negli anni scorsi si erano già verificati alcuni scontri tra i tifosi dell´Acireale e del Messina, in occasione di una gara valevole per il campionato di serie C2. - Dall´ospedale "Cannizzaro" di Catania arriva purtroppo la drammatica conferma che l´equipe medica specializzata in interventi oculistici non è riuscita a limitare le conseguenze per il 24enne di Torre Annunziata aggredito da alcuni tifosi del Messina.