A cura della Redazione
Cittadella commerciale, atto finale Approderà in consiglio comunale entro la fine di ottobre la variante urbanistica per consentire la realizzazione di un parco commerciale nell’ex area Imec di Torre Annunziata. Il documento sarò discusso a breve dal parlamentino oplontino, prima dell’approvazione dell’atto definitivo che darà il via libera al rilascio dei permessi a costruire alla società “Oplonti Srl”, che realizzerà la grande struttura di vendita. L’iniziativa imprenditoriale, promossa da privati di Lazio e Campania, punta a far nascere un parco commerciale, completo di giardini ed esercizi pubblici come bar, ristorante, fast food, in una zona attualmente abbandonata e degradata, come quella dell’ex Aquila Prefabbricati. Due anni fa l’azienda che produce strutture in ferro e muratura decise di trasferire gli stabilimenti nella provincia di Caserta, perchè necessitava di maggiori spazi. Da quel momento non è rimasto che grandi capannoni, diventando ricettacolo di spazzatura e vere e proprie discariche di materiali ingombranti. L’area di traversa Andolfi, confinante con l’autostrada A3 Napoli-Pompei-Salerno, fu acquistata dalla cordata di imprenditori, che decisero di concentrare lì un progetto ambizioso, che punta alla creazione di 150 posti di lavoro, compresi quelli dell’indotto. In due anni sono state bruciate le tappe e, dopo la conclusione della conferenza dei servizi, con l’acquisizione dei pareri favorevoli degli enti impegnati (tranne quello, non vincolante, dell’Ascom), resta solo la parte dell’amministrazione comunale di via Dante. Manca solo la variante urbanistica necessaria per l’insediamento della struttura di vendita, degli esercizi pubblici e per la creazione di parcheggi e giardinetti (sfruttando anche aree circostanti attualmente occupate da serre agricole, fino all’Autogrill di Torre Annunziata). E questo provvedimento sarà sottoposto a breve all’attenzione dei consiglieri comunali. La società Oplonti Srl, con sede a Roma, rappresentata dall’amministratore unico Daniele Del Vecchio (imprenditore della provincia di Caserta) ha previsto, tra assunzioni dirette e indotto, circa 150 posti di lavoro. La procedura è stata velocizzata dal fatto che gli imprenditori sfrutteranno le strutture preesistenti, lasciate libere dall’Aquila Prefabbricati. La struttura principale dell’ex Aquila, prima ancora Imec (azienda poi fallita), sarà ristrutturata ed ospiterà un centro di vendita monomarca, nel settore del bricolage e dell’oggettistica per il fai-da-te, sul modello di quelli già attivi nella provincia nord di Napoli (esempi a Giugliano e Afragola). Inoltre, negli altri capannoni saranno realizzate strutture di media distribuzione, di estensione tra i 1.500 e i 2.000 metri quadrati. In traversa Andolfi saranno creati anche esercizi pubblici, come un ristorante o un fast food (si parla anche di un Mc Donald’s). Nel progetto (che ha già ottenuto il via libera della Regione per la Vas, valutazione ambientale strategica) sono previsti anche servizi e infrastrutture. In una vasta area all’esterno del parco commerciale saranno ricavati parcheggi e aiuole, con panchine e parco giochi per il relax. E’ previsto, inoltre, un nuovo svincolo autostradale al servizio sia di Pompei Tech World, che del parco commerciale. BENNI GAGLIARDI