A cura della Redazione
Torre del Greco. Quattro progetti per migliorare le scuole Quattro progetti legati al miglioramento di altrettanti istituti scolastici cittadini. Sono quelli prodotti nei giorni scorsi dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello grazie all’interessamento dell’assessore alla Pubblica istruzione Romina Stilo e inseriti all’interno del decreto dirigenziale della Regione Campania che ha per argomento “Piano triennale dell’edilizia scolastica 2015/2017” scaturita da una specifica delibera licenziata dalla giunta guidata dal governatore Stefano Caldoro. Questi gli istituti interessati dai progetti di manutenzione straordinaria finalizzati all’adeguamento funzionale e normativo con i relativi importi previsti: Giovanni Mazza di via Vittorio Veneto, 1.112.400 euro; Nazario Sauro di via Circumvallazione, 1.091.800 euro; Beato Vincenzo Romano di via Antonio De Curtis (già viale Lombardia), 1.030.000 euro; Don Bosco di via Venezia, 1.081.500 euro. I quattro progetti presentati dall’amministrazione sono stati inseriti in un’apposita graduatoria a sua volta riportata all’interno del piano triennale “in forma di fabbisogno della Regione – si legge nel decreto dirigenziale – per gli interventi di edilizia scolastica”, con l’ente regionale che si è riservato “di confermare gli interventi sulle tre annualità, nelle more del perfezionamento del decreto Miur di riparto delle quote di contributo annue assegnate ad ogni Regione quale limite di spesa a carico del bilancio dello Stato”. Viene inoltre specificato che “il piano regionale si potrà attuare nei limiti delle risorse disponibili in termini di volume di investimento attivabile sulla base della quota assegnata alla Regione Campania e previa autorizzazione del Mef alla stipula del mutuo”. L’elenco delle domande pervenute è stato inviato dalla Regione “al dipartimento dell’Istruzione, della Ricerca, del Lavoro, delle Politiche culturali e delle Politiche sociali ai fini della trasmissione al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e, per conoscenza, al Ministero dell’Economia e delle Finanze e al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti”. “Insieme agli uffici competenti, che mi sento di ringraziare per l’operato compiuto – afferma Romina Stilo – abbiamo compiuto in pochi giorni un intenso lavoro, con l’obiettivo unico di puntare a partecipare a questa iniziativa, nella speranza di poter adire ai fondi statali che potrebbero permetterci di cambiare il volto di alcune tra le scuole più frequentate di Torre del Greco”.