A cura della Redazione
Torre del Greco. Ascensore Circum, la denuncia di Raia (Pd) Ascensore della stazione centrale della Circumvesuviana di Torre del Greco ancora una volta fermo, stavolta per ragioni di manutenzione. Ennesimo schiaffo per la fruizione dell’impianto di piazza della Repubblica da parte degli utenti costretti su una sedia a rotelle, già alle prese con i disagi legati a una mobilità cittadina ed extracomunale estremamente scadente, a causa soprattutto della scarsa offerta in termini di corse dei mezzi su gomma. Una situazione che è stata immediatamente portata all’attenzione del capogruppo del Pd a palazzo Baronale, Loredana Raia: “Sono stata sollecitata – afferma Raia, che già in passato si era interessata dal cattivo funzionamento dell’impianto – dall’associazione ‘La Libellula’ e in particolare dalla presidente Maria Orlando, che si è fatta ancora una volta portavoce di Anna Giacomino che frequenta con ottimi risultati l’università a Napoli e che per raggiungere il capoluogo si serve proprio dei treni della Circumvesuviana, in quanto la stazione di piazza della Repubblica è vicina alla sua abitazione”. Raia nei giorni scorsi si è recata personalmente alla fermata: “Non ne avevo bisogno – sostiene – in quanto le spiegazioni fornitemi da Maria Orlando e Anna Giacomino erano estremamente dettagliate. Ma era giusto che mi rendessi conto di quale erano le problematiche che avevano portato al nuovo stop dell’ascensore, dopo le polemiche dei mesi scorsi e dopo la fatica compiuta per fare ripartire l’impianto”. L’ascensore risulta in manutenzione. Quindi di fatto è bloccato. “Questo quanto sostenuto dagli addetti in quel momento al lavoro”, fa sapere la rappresentante del Partito Democratico al Comune. Una spiegazione troppo semplice e soprattutto priva di indicazioni sulla data di riattivazione, tale da spingere Loredana Raia a contattare i vertici dell’Ente Autonomo Volturno, che tra l’altro si occupa del servizio reso dalla ex Circumvesuviana: “Ho sentito al telefono – fa sapere il capogruppo del Pd a palazzo Baronale – l’amministratore unico di Eav, Nello Polese, al quale ho fatto presente l’intera problematica che riguarda tutti i diversamente abili che ogni giorno si servono della Circumvesuviana per raggiungere Napoli e le altre città della provincia e, che, ancora una volta si vedono, di fatto, negare un diritto! Dall’altro capo del telefono, ho trovato un Polese molto disponibile, che ha immediatamente contattato i responsabili degli interventi in corso all’ ascensore di Torre del Greco, garantendomi che lo stesso sarà attivato entro metà maggio. Certo, alla signora Giacomino e agli altri utenti disabili di Torre del Greco toccherà faticare non poco per quasi un mese, ma almeno,dopo il tempestivo intervento, grazie alle rassicurazioni ricevute, sappiamo che il disagio ha le settimane contate”. COMUNICATO