A cura della Redazione
Torre del Greco. Amministrazione vicina ai marittimi “L’amministrazione comunale di Torre del Greco è pronta a mettere a disposizione un pullman e a partecipare attivamente a una prossima manifestazione organizzata dai marittimi della nostra città a Roma”. È la promessa fatta ieri sera dal sindaco Ciro Borriello al termine del corteo promosso dal movimento spontaneo guidato da Vincenzo Accardo, corteo che partito da piazza Luigi Palomba ha raggiunto piazza Santa Croce dopo avere attraversato via Piscopia e via Salvator Noto. Il primo cittadino (che ha partecipato alla manifestazione insieme a diversi assessori e consiglieri comunali) nel suo intervento ha ricordato come “questa professione, che ha fatto le sorti di Torre del Greco, viva da anni - sin dalla creazione del doppio registro - una fase di enorme difficoltà. Se c’è bisogno di fare sentire la voce della nostra città, ma anche di tutte quelle che per anni hanno basato la loro fortuna sul mare, allora faremo di tutto per farci ascoltare. Come amministrazione siamo pronti a chiedere un’audizione alla commissione Trasporti, grazie anche alla conoscenza personale con il responsabile della segreteria del ministro Lupi, ma anche alla commissione Lavoro. Purtroppo sono un povero sindaco, povero nel senso che come ente non abbiamo alcuna capacità legislativa, ma siamo certi che insieme sapremo portare avanti le nostre istanze”. Prima dell’intervento del sindaco, a prendere la parola è stato il promotore dell’iniziativa Vincenzo Accardo, che ha lanciato l’idea di organizzare una manifestazione a Roma. Poi attenzione rivolta alla legge 30/98 che tutela i lavoratori comunitari sulle navi battenti bandiera italiana: “È stata – ha detto – ed è una legge importante per la competitività della nostra marineria e fu introdotta per sostenere l’armamento italiano. Ma queste norme vengono spesso disattese, senza che gli organismi preposti facciano nulla per vigilare. Ora diciamo basta: il potere lo prenderemo noi per imbarcare gli italiani”.