A cura della Redazione
Torre del Greco. Raccolta differenziata, ecco gli eco-punti Eco punti per incentivare la raccolta differenziata. È l’ultima scommessa dell’amministrazione comunale di Torre del Greco guidata dal sindaco Ciro Borriello per migliorare il rapporto tra i cittadini e l’intera filiera dello smaltimento della spazzatura. È tutto contenuto in un apposito regolamento approvato dalla giunta e che nella prima seduta utile sarà sottoposto all’attenzione del consiglio comunale. Tutto si basa su un sistema di premialità: chi più differenzia, ottiene più eco punti utili a ricevere sconti e promozioni negli esercizi commerciali che aderiranno all’iniziativa: “In questo modo – afferma il sindaco – puntiamo a venire incontro alle richieste dei cittadini virtuosi, che spesso si sentono ‘penalizzati’ rispetto a quelli che ancora faticano ad adeguarsi al sistema di raccolta differenziata. Allo stesso tempo, poi, siamo convinti che anche i meno attenti alla giusta divisione degli scarti, in questo modo potranno essere maggiormente invogliati a differenziare”. “Siamo passati dal concetto di rifiuto come risorsa a quello di risorsa che diventa incentivo – sostiene l’assessore con delega ai Rifiuti, Salvatore Quirino –. Con una considerazione che è fondamentale in tutto questo discorso: migliorare il servizio di raccolta dei rifiuti, significa migliorare la qualità della vita”. Sono nove i punti contenuti nel “Regolamento incentivi per la raccolta differenziata” allegato alla delibera che sarà sottoposta all’attenzione dell’assise di palazzo Baronale. Un regolamento che “disciplina gli incentivi da attribuire al cittadino virtuoso che conferisce i propri rifiuti presso gli attuali centri di raccolta, fissi o mobili, attivi sul territorio comunale”. Centri che, per le premialità, saranno attivi dal lunedì al sabato dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 20. Le tipologie di rifiuti che concorrono all’ottenimento degli eco punti saranno carta, cartone, vetro, alluminio e banda stagnata, contenitori in plastica per liquidi, vetro ingombrante. “I rifiuti provenienti da attività domestica – è scritto nel regolamento – potranno essere conferiti previa esibizione di un documento di identità e della tessera sanitaria del titolare del nucleo familiare. Il conferimento presso il centro di raccolta dà diritto ad un punteggio, definito ‘eco punti’, per i cittadini il cui nucleo familiare risulti regolarmente censito presso l’ufficio Tributi del Comune e che risulti in regola con i pagamenti dei tributi locali in materia di Tari”. “I materiali conferiti da ogni utente “una volta vagliata la loro purezza e dichiarati conferibili, verranno pesati singolarmente per tipologia di rifiuto”. L’incentivo – stando al regolamento che deve passare ora al vaglio del consiglio comunale – si ottiene sulla base della quantità ponderata dei rifiuti differenziati conferiti presso i centri di raccolta: nello specifico al chilogrammo i coefficienti sono i seguenti: 0,05 per la carta; 0,05 per il cartone; 0,25 per contenitori in latta e alluminio; 0,03 per il vetro; 0,15 per la plastica. “L’utente – spiega ancora il regolamento – potrà richiedere il premio-voucher corrispondente al punteggio incentivo ottenuto utilizzando un apposito modulo, disponibile sia presso gli uffici comunali competenti che sul sito istituzionale dell’ente. La premialità vige per ogni anno solare, per cui la richiesta dovrà essere formulata entro il 31 dicembre di ogni anno”.