A cura della Redazione
Torre del Greco. Rifiuti, encomio a otto dipendenti comunali “Per la disponibilità dimostrata nel corrispondere, con disinteressato slancio ed impegno, all’appello per far fronte allo stato emergenziale venutosi a creare su tutto il territorio cittadino per la mancata raccolta dei rifiuti da parte della ditta incaricata. Dando il tal modo un’esemplare dimostrazione di attaccamento alla comunità torrese”. È questa la motivazione del sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, nel conferire l’encomio agli otto dipendenti comunali che, nei giorni caldi della recente emergenza rifiuti, legata alla ridotta e in alcuni casi mancata raccolta della spazzatura in città, risposerò all’invito dell’amministrazione comunale per creare una task force in grado di alleviare i disagi, attivandosi nella raccolta dei sacchetti depositati in strada per diversi giorni. A ricevere l’encomio, ieri pomeriggio, mercoledì 12 febbraio, sono stati Carmine Acampora, Michele Bellezza, Raffaele Berardo, Gaetano Borriello, Pasquale Cannavacciolo, Rosario De Rosa, Michele Raiola, Arturo Sorrentino e Luca Giovanni Vivace, a margine dei programmati lavori di giunta. Parole di elogio quelle espresse dal primo cittadino: “Devo ringraziare questi lavoratori – afferma Ciro Borriello – che, nonostante l’età non più giovanissima, non si sono tirati indietro nel momento del bisogno, rispondendo positivamente alle nostre sollecitazioni, in un momento delicato per la vita dell’intera comunità. Come ebbi modo di dire in quelle giornate, questa loro abnegazione ha permesso di cancellare, qualora ve ne fosse stato ancora bisogno, i facili e troppo spesso sbagliati luoghi comuni sull’operato dei dipendenti comunali”. Una soddisfazione condivisa dagli otto lavoratori premiati con l’encomio e dall’assessore con delega ai Rifiuti, Salvatore Quirino: “Quanto avvenuto a fine gennaio con l’intervento di questi lavoratori – afferma il rappresentante della giunta – è stato il risultato dell’affermazione del principio di legalità, nonostante forme preordinate che miravano all’interruzione del servizio, creando così inevitabili problemi igienico-sanitari. Principio di legalità che l’amministrazione, attraverso i suoi uomini, è riuscita invece a riaffermare. Siamo orgogliosi di questi dipendenti, come lo siamo degli agenti di polizia municipale che in quei momenti hanno supportato il loro intervento”.