A cura della Redazione
Torre del Greco. Arte presepiale, premiaate le scuole Grande festa e massiccia partecipazione di alunni alla cerimonia di premiazione della prima edizione del concorso di arte presepiale rivolto alle scuole e organizzato dal Comune nell’ambito della mostra “Sulle orme del Sammartino”. Una partecipazione che per tre classi proseguirà nelle prossime settimane con la visita al laboratorio artigianale di Marco Ferrigno, maestro napoletano dell’arte presepiale presente nell’aula consiliare del Comune – dove si è svolta la cerimonia finale – insieme al sindaco Ciro Borriello, all’assessore ala Pubblica istruzione e promotrice dell’iniziativa Romina Stilo e all’assessore ala Cultura Alessandra Tabernacolo. A prendere parte alla visita saranno i tre gruppi di lavoro che – a giudizio della giuria formata per l’occasione – si sono aggiudicati il premio messo in palio attraverso il concorso, che ha visto la partecipazione di otto istituti comprensivi e di oltre duecento bambini, capaci di realizzare complessivamente dodici presepi. Ad aggiudicarsi il primo posto è stato l’istituto comprensivo Giampietro-Romano (grazie al lavoro svolto dalla seconda B guidata dalla professoressa Autilia Loffredo). Questa la motivazione: “Originalità del’idea con la quale è stato realizzato il presepe, in particolare per i materiali utilizzati (conchiglie, pietre e stele marine), con la Natività posta sul fondo del mare, chiaro riferimento alla tradizione marinara cittadina”. Secondo classificato il comprensivo Mazza-Colamarino: “Novità dei materiali utilizzati – la motivazione – il presepe è stato infatti concepito con pannolenci colorati dove caratteristici risultano anche i cuori collocati a mo di cornice con sopra ricamati i nomi dei bambini che hanno realizzato tale opera”. Al terzo posto il comprensivo Sauro-Morelli: “La centralità della Natività – ha scritto la giuria – è parte essenziale dell’opera in una cornice particolare, la grotta di Betlemme vista come un globo, simbolo dell’umanità, rivestito all’interno con fiori”. “Ho visto – afferma il sindaco Ciro Borriello – grande entusiasmo tra i ragazzi, che partecipando a questa iniziativa stanno di fatto investendo anche nel loro futuro. Con la vostra capacità – ha detto rivolgendosi ai ragazzi presenti in aula consiliare – contribuirete a fare rinascere la città. Anche per questo ho dato mandato all’assessore Stilo di lavorare per l’istituzione del consiglio comunale dei bambini”. “Quella che si concluderà con la visita nel laboratorio artigianale del mastre Ferrigno – spiega l’assessore alla Pubblica istruzione – è stata un’esperienza straordinaria, che contiamo di ripetere anche in occasione delle prossime festività natalizie”. Plauso all’idea anche dall’assessore Alessandra Tabernacolo: “È stato bello unire in mostra i presepi realizzati da artisti affermati con quelli di questi ragazzi”. “Magari da grande qualcuno di voi diventerà un artista a tutti gli effetti – ha auspicato Marco Ferrigno – e come me e la mia famiglia potrà vivere di quest’arte che ci fa conoscere in tutto il mondo. In fondo anche io, grazie a mio padre, mi sono avvicinato all’arte presepiale all’età di 7 anni e da allora non l’ho più lasciata”. Bartolo Sorrentino, che ha curato il raccordo tra Comune e le scuole, ha invece evidenziato “il momento di forte aggregazione tra istituti diversi del territorio creatosi grazie a questa iniziativa”.