A cura della Redazione
Torre del Greco. Differenziata, obiettivo calo delle tariffe Obiettivo, fare calare del 5-10% il costo della tariffa sullo smaltimento dei rifiuti relativamente all’anno in corso. È quanto annunciato pubblicamente ieri pomeriggio, martedì 4 febbraio, dal sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, nel corso di un incontro svoltosi nell’aula consiliare di palazzo Baronale alla presenza tra gli altri di rappresentanti dei commercianti, del mondo della scuola, della chiesa e dei responsabili dei comitati di quartiere. Per ottenere questo risultato, l’amministrazione comunale ha intenzione di dare una decisa accelerata alla raccolta differenziata, in maniera da fare aumentare la percentuale di rifiuti avviata a riciclo. “L’idea – ha fatto sapere il primo cittadino – è di puntare su un sistema di premialità, che permetta da un lato di recuperare con maggiore facilità alcuni rifiuti differenziati e dall’altra di assegnare ai cittadini virtuosi particolari agevolazioni e benefici. Un programma che riteniamo possa portare, in tempi anche ragionevolmente brevi, a risultati importanti per il miglioramento della percentuale di raccolta differenziata”. Ma per ottenere i maggiori riscontri possibili, il sindaco ha chiesto che vi sia la collaborazione di tutti: “Non possiamo pensare che da soli si possano ottenere i risultati auspicati. Per questo chiedo la collaborazione di chi sul territorio ha, come il Comune, uno stretto contatto con la gente. Penso alle chiese e ai comitati di quartiere, oltre alle scuole, in quest’ultimo caso per incentivare le giovani generazioni. Ai commercianti chiederemo di affiggere, e ove possibile distribuire, apposite locandine che sintetizzino e spieghino le iniziative intraprese in materia di raccolta differenziata. Ho parlato dell’obiettivo di fare calare il costo complessivo della tariffa sullo smaltimento di un 5-10%: abbiamo pensato in tal senso che le maggiori agevolazioni saranno riservate proprio ai commercianti. E questo non per una particolare simpatia: molti titolari di attività commerciali, penso ai ristoratori e ad altri grandi produttori di umido, sono costretti a pagare importi alti per lo smaltimento dei rifiuti, che in periodi di crisi come quello attuale sono ancora più gravosi. Per questo puntiamo ad alleggerire il peso di questi costi”. Variegato e ricco di spunti il dibattito che si è aperto dopo l’introduzione del sindaco, alla presenza tra gli altri di un rappresentante della ditta Fratelli Balsamo, di recente subentrata alle Eco Ego nella gestione del servizio di raccolta e smaltimento della spazzatura. Il rappresentante dell’osservatorio “Rifiuti zero”, Giovanni Caracciolo ha chiesto “un rilancio del servizio, che tenga in debita considerazione l’istituzione del porta a porta” evidenziando come “spesso il Comune di Torre del Greco sia risultato assente agli incontri promossi da tutte le realtà che hanno aderito al protocollo Rifiuti zero”. “Il porta a porta – ha sostenuto Ciro Borriello – è stato sperimentato nel corso della mia precedente esperienza amministrativa, con risultati purtroppo deludenti. Abbiamo invece bandito una gara per l’acquisto di nuovi cassoni chiusi per i centri di raccolta e per l’acquisto di ventuno mini-isole ecologiche, che verranno posizionate, avendo un ingombro ridotto, nei punti non serviti o serviti in maniera ritenuta non adeguata dagli attuali centri. Per quanto riguarda invece la partecipazione agli incontri, garantiamo che – da ora e in avanti – un nostro rappresentante sarà sempre presente alle iniziative legate all’osservatorio Rifiuti zero”. Grossa attenzione alle iniziative dell’amministrazione è stata manifestata dai commercianti (era presente tra gli altri il presidente della locale Ascom, Giulio Esposito) e dai rappresentanti della scuola. Collaborazione è stata garantita anche dal mondo della chiesa.