A cura della Redazione
Torre del Greco. Tavolo tecnico sulla Festa dei Quattro Altari La festa dei quattro altari rinascerà grazie al lavoro di associazioni e realtà che raggruppano le forze economiche e produttive di Torre del Greco. È l’ambizioso traguardo che si pongono gli organizzatori della prima edizione di CulturalMente, la rassegna di dibattiti e workshop conclusasi sabato. A dare l’avvio a un tavolo tecnico di confronto che veda la partecipazione, oltre che degli organizzatori dell’iniziativa, i responsabili del Polo artistico torrese, anche di Assocoral, CameoArt, Ascom e Federalberghi Costa del Vesuvio, sono stati i ragazzi che hanno partecipazione alla tre giorni, gli studenti di una classe ad indirizzo turistico e due classi del liceo artistico dell’istituto Degni. Proprio il lavoro degli alunni che hanno preso parte ai workshop pomeridiani, grazie alla collaborazione della preside Valentina Bia, ha prodotto una bozza di proposta per il rilancio della festa dei quattro altari che nasca dalla città e che punti ad esaltare le peculiarità turistico-ricettive torresi. Una proposta, quella dell’istituzione di un tavolo tecnico di lavoro che veda coinvolte le principali associazioni torresi, che ha trovato la piena condivisione dell’assessore alla Cultura del Comune, Alessandra Tabernacolo: “Siamo convinti che la strada intrapresa sia quella giusta – ha detto nella giornata conclusiva – Per quanto riguarda l’ente, per l’anno in corso non ci sono i fondi per poter pensare ai quattro altari così come avveniva in passato, ma dal 2016 l’obiettivo dell’amministrazione è di riconsegnare la festa alla città, festa che però guardi oltre i confini cittadini”. Un concetto del resto già espresso dal presidente del Polo artistico torrese, Antonio Crispino, che anzi guarda oltre: “Per il momento – spiega – la nostra intenzione è quella di tenere nella prima fase fuori le istituzioni, proprio perché la proposta del tavolo tecnico che andremo a costituire nelle prossime settimane nascerà solo dalle forze produttive cittadine. Non abbiamo, però, la presunzione che un percorso così ambizioso possa essere portato avanti da soli. Dopo avere coinvolto la scuola, abbiamo intenzione di chiedere il supporto della Chiesa e di quanti altri si faranno avanti”. Positivo il commento del segretario generale del sindacato della comunicazione Cgil di Napoli, Osvaldo Barba: “Apprendiamo con entusiasmo di tale iniziativa e la sosterremo con forza. Il sindacato non può e non deve tutelare solo chi ha il posto fisso ma anche adoperarsi per la creazione di nuovi modelli occupazionali”. Nelle prime due giornate di CulturalMente, il Polo artistico torrese ha incassato i complimenti di Adelaide Palomba, presidente di Federalberghi Costa del Vesuvio; Adolfo Villani dell’Ascom; Francesco Scognamiglio, presidente di CameoArt; Francesco Del Gatto dell’Assocoral. Alla rassegna svoltasi nei locali del circolo professionisti hanno partecipato inoltre gli amministratori di Agerola per illustrare il progetto “Il sentiero degli Dei” e il direttore artistico di “Benevento città spettacolo”, Giulio Baffi. ANIELLO SAMMARCO