A cura della Redazione
Torre del Greco. Lavori alla scuola De Nicola, consegnato il cantiere Consegnato alla ditta Ferrara, incaricata dei lavori di ampliamento e riqualificazione della scuola elementare De Nicola, l’intero cantiere. Una procedura che di fatto permette sin da subito di dare una decisa accelerata agli interventi programmati all’istituto di corso Vittorio Emanuele, interventi che una volta conclusi daranno alla platea scolastica una struttura decisamente moderna e funzionale, con la creazione di undici nuove aule, una sala refettorio e una palestra, oltre a garantire un adeguamento strutturale a tutti gli spazi già esistenti: “Questo ci consentirà – afferma l’assessore con delega all’Edilizia scolastica, Romina Stilo – di consegnare l’istituto così come previsto entro le prime settimane del prossimo anno scolastico. Un obiettivo che, di concerto con la dirigente scolastica Linda Rosi, ci siamo posti nel momento in cui abbiamo chiesto e ottenuto di spostare tutte le attività didattiche in altre sedi”. Da qualche settimana infatti i ragazzi iscritti alla De Nicola stanno svolgendo le loro ore di lezione negli spazi dell’ex sede distaccata del tribunale di Torre Annunziata, appositamente predisposti per accogliere oltre ai ragazzi anche il corpo docente e non docente. Una parte dei ragazzi sarà invece destinata ai locali liberati nella scuola media Sasso di Cesare Battisti grazie all’individuazione di tre aule presso la scuola media Morelli di via Cavallerizzi: “Sappiamo – prosegue l’assessore Stilo – che abbiamo chiesto all’intera platea scolastica, ai dirigenti, ai docenti e agli altri operatori, oltre ovviamente ai genitori, un grosso sacrificio. Ma questo sacrificio sarà presto ripagato dal fatto che con l’inizio del prossimo anno scolastico sarà messo a disposizione di tutti un istituto all’avanguardia, dotato di tutti i confort necessari”. Dal preposto ufficio Tecnico infine fanno sapere che, dopo la consegna dell’intero cantiere ai responsabili della ditta Ferrara – incaricata dei lavori, che vengono eseguiti con i fondi relativi al programma di interventi Più Europa – gli interventi programmati procedono “a gonfie vele e senza particolari intoppi”.