A cura della Redazione
Torre del Greco. Appalti pubblici, accordo con Trecase Una centrale unica di committenza tra i Comuni di Torre del Greco e Trecase per l’acquisizione di lavori, forniture e servizi. A stabilirlo è un’apposita delibera approvata dalla giunta guidata dal sindaco Ciro Borriello nella giornata di ieri, mercoledì 14 gennaio, e che ora deve essere sottoposta all’attenzione del consiglio comunale. Se l’assise cittadina dovesse ratificare quanto approvato dall’esecutivo, allo stesso primo cittadino verrebbe fornita l’autorizzazione di sottoscrivere la convenzione con il collega di Trecase, Raffaele De Luca. Cosa prevede la convenzione? Innanzitutto che la sede della centrale unica di committenza sarebbe individuata a palazzo Baronale. Due gli organismi individuati: la conferenza dei rappresentanti legali e il responsabile della centrale di committenza. La prima “è composta – come si legge nello schema di convenzione – dai sindaci dei Comuni aderenti alla convenzione ed è presieduta dal sindaco del Comune capofila”. Queste le funzioni: “Approva il programma annuale di attività, entro il mese di ottobre di ogni anno, in tempo utile per la predisposizione da parte degli enti convenzionati, del bilancio di previsione; propone atti di indirizzo per la gestione della centrale di committenza, tenendo in considerazione anche esigenze riguardanti i singoli enti associati che necessitino di soluzioni indipendenti e differenziate; verifica l’andamento della gestione associata e vigila sull’attuazione dei mezzi”. Il dirigente responsabile della centrale di committenza “è nominato dal capo convenzione”. “Con provvedimento del capo convenzione, viene altresì nominata una figura con funzioni di vice responsabile, individuata fra le unità di personale inserite nella dotazione organica degli enti associati”. Il dirigente responsabile ha i seguenti compiti: “Recepire le direttive della conferenza dei rappresentanti legali; predisporre programmi di attività per ottimizzare il servizio convenzionato; coordinare il personale alle proprie dipendenze operative; relazionare periodicamente alla conferenza dei rappresentanti legali sullo stato di attuazione del servizio convenzionato; adottare tutti gli atti gestionali inerenti la funzione svolta per ciascuno dei Comuni convenzionati”. La durata della convenzione è fissata in cinque anni, con possibilità di rinnovo. La centrale di committenza “acquisisce dal Rup competente la procedura di gara per la scelta del contraente; collabora con il rup (responsabile unico del procedimento), nominato dall’ente convenzionato; redige, in collaborazione con il rup dell’ente convenzionato, e approva, con apposita determinazione, i bandi di gara, il disciplinare di gara e le lettere di invito e quant’altro necessario per l’attivazione della procedura di gara; provvede alla pubblicazione dei bandi e degli avvisi; acquisisce, dal rup, sia il criterio di aggiudicazione sia eventuali e ulteriori atti aggiuntivi; definisce, in sintonia con il rup, nel caso di utilizzo del criterio dell’offerta economicamente pi vantaggiosa, i parametri di valutazione delle offerte con relative specificazioni”. Soddisfatto il sindaco: “E’ estremamente importante – afferma Ciro Borriello – questa forma di collaborazione con altri enti locali, a cominciare dal Comune di Trecase. Forme di collaborazione che ha come principali obiettivo quello di rendere maggiormente efficienti ed economici i servizi resi alla cittadinanza e veloci le procedure per attivare i servizi”.