A cura della Redazione
Torre del Greco. Ciclismo, festa per Vincenzo Nibali “La nostra città è pronta a ospitare la partenza o l’arrivo di una tappa del Giro d’Italia del 2016. Abbiamo le carte in regola per poterci riuscire, grazie al lavoro che sta compiendo il comitato organizzatore guidato da Francesco Vitiello”. Lo ha detto il sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, in occasione della conferenza pubblica svoltasi questa mattina alla presenza del vincitore del Tour de France 2014, Vincenzo Nibali. Che è diventato subito indiretto sponsor dell’iniziativa: “Spero che da queste parti – ha detto – possa tornare presto il Giro, magari proprio a Torre. A Napoli e la sua provincia sono molto legato, grazie all’attenzione del mio fan club e per un aneddoto legato al Giro d’Italia del 2013: alla partenza da Napoli avevo perso la ‘scatola nera’ della mia bici, uno strumento che registra valori e spostamenti. Ebbene, grazie alla solerzia di qualche appassionata, mi è stata riconsegnata il giorno dopo in albergo”. Nibali è stato a Torre del Greco per parlare della sua attività agonistica per l’anno in corso e per presenta il libro “Di furore e lealtà” (scritto per Mondadori insieme a Enrico Brizzi). “L’obiettivo resta il Tour de France – ha detto davanti a una folla di tifosi, appassionati e giornalisti – anche se non ho ancora sciolto le riserve legate alla partecipazione al Giro d’Italia. Ora parto per in ritiro per la preparazione, per poi iniziare a correre a fine gennaio. Un occhio particolare a Milano-San Remo e Tirreno-Adriatico, poi vedremo”. Scambio di doni tra sindaco Borriello e Nibali: allo “squalo dello Stretto” sono stati consegnati una composizione di fiori gialli e rosa, un cammeo che raffigura un ciclista e un corno di corallo; in cambio il campione messinese oltre al suo libro ha lasciato alla città una maglia gialla, simbolo del primato al Tour de France. A moderare la conferenza il giornalista Gianfranco Coppola, rappresentante della stampa sportiva internazionale e dell’Ussi, che ha ricordato come ad aprile il territorio vesuviano sarà teatro del passaggio di una prova di gran fondo. “Come Nibali, bravo a scattare in montagna – ha chiosato Ciro Borriello – ci auguriamo che anche la città sappia avere il suo scatto di orgoglio per risalire la china dopo anni difficili. Siamo certi che, con il lavoro messo in campo, ciò sarà possibile”. Il presidente del consiglio comunale, Antonio Spierto, ha ricordato come “le gesta di Nibali abbiano accompagnato il mio ultimo giorno dell’anno. Vederlo trionfare al Tour in uno speciale trasmesso in tv è stato il modo migliore per salutare il 2014”. L’assessore allo Sport, Alessandra Tabernacolo, ha invece sottolineato “le iniziative in programma per consolidare il connubio tra sport e giovani, due aspetti sui quali siamo sempre attenti”. Soddisfatto il promotore dell’iniziativa, il presidente del fan club Campania di Nibali, Luigi Auricchio: “Nonostante il calendario davvero fitto di impegni – ha sottolineato – Vincenzo non si è tirato indietro al consueto saluto ai suoi tanti tifosi della nostra regione. Grazie all’impegno di Francesco Vitiello, abbiamo potuto organizzare questo momento pubblico a Torre del Greco”. ANIELLO SAMMARCO