A cura della Redazione
Torre del Greco. Eliminata l´isola ecologica di via Fontana Eliminata l’isola ecologica nella zona di via Fontana, via in maniera sperimentale al porta a porta nelle zone a ridosso dell’area portuale. Rivoluzione di fine anno nel settore rifiuti da parte dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello. Da oggi i cassoni che componevano il centro di raccolta posto a ridosso della salita che porta a palazzo Baronale sono solo un ricordo: tra qualche giorno invece nello stesso punto saranno allestiti appositi gazebo informativi per illustrare il servizio porta a porta che dal prossimo 2 gennaio interesserà i residenti di piazzale Ferrovia, corso Garibaldi, San Giuseppe alle Paludi e via Fontana. Tutto nasce da uno specifico protocollo d’intesa sottoscritto con una ditta privata che senza costi per il Comune si occuperà di recuperare casa per casa i rifiuti differenziati da avviare al riciclo (in particolare plastica e carta). L’intento dell’amministrazione è prevedere anche premialità per i cittadini più ricicloni, con premi e incentivi per i maggiori “produttori”. Il protocollo fa seguito a quanto stabilito nell’ultima seduta di giunta e curato dall’assessore ai Rifiuti: “L’obiettivo – afferma Salvatore Quirino – è di operare una vera e propria rivoluzione nella raccolta dei rifiuti a Torre del Greco, partendo da una delle zone che finora meno ha saputo rispondere ai dettami della raccolta differenziata da sempre invocata dalla nostra amministrazione”. Il prossimo 2 gennaio la raccolta sperimentale porta a porta non partirà solo nelle aree servite dall’isola ecologica della Cento Fontane smantellata nelle ultime ore. Con l’anno nuovo il porta a porta partirà infatti anche nell’area compresa tra viale Ungheria, via Cimaglia, corso Vittorio Emanuele e via Vittorio Veneto: “In questo caso – precisa l’assessore ai Rifiuti – si tratta di un’area più ampia, che però non sarà ‘privata’ dell’isola ecologica di riferimento (quella di via Cimaglia). Sulla scorta dei risultati conseguiti in queste aree, valuteremo se e quando fare partire il porta a porta anche in altre zone della nostra città”.