A cura della Redazione
Torre del Greco. Via Cimaglia, sequestrato pozzetto isola ecologica In riferimento al sequestro del pozzetto per la raccolta delle acque piovane avvenuto ieri ad opera della polizia provinciale, nel corso di un’ispezione effettuata insieme all’Asl Napoli 3 Sud, presso l’isola ecologica di via Cimaglia, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello ribadisce quanto già evidenziato nel corso del consiglio comunale svoltosi ieri, mercoledì 18 dicembre: “Il capitolato d’appalto sottoscritto dalla ditta Ego eco – afferma l’assessore ai Rifiuti Salvatore Quirino – è chiaro. In particolare ci sono due passaggi inequivocabili: ‘È a carico della ditta appaltatrice la gestione completa delle isole ecologiche, ivi compresa la realizzazione e la gestione del verde pubblico intorno all’isola ecologica’ e ancora ‘La cura delle isole ecologiche deve essere tale da rispettare tutte le prescrizioni e i dettami della Asl competente, la disinfezione deve essere quotidiana sia dei cassoni che delle isole’. Passaggi chiari – prosegue – che inchiodano alle proprie responsabilità la ditta Ego Eco”. “Per il controllo delle parti dell’isola ecologica di via Cimaglia poste sotto sequestro – conclude l’assessore ai Rifiuti – è stato nominato custode giudiziario il Segretario Generale Anna Lecora, in attesa delle prescrizioni che a giorni arriveranno dagli organi competenti. A chi infine parla di scarsa collaborazione in questa vicenda, diciamo solo che prima di lanciarsi in inappropriate conclusioni è forse il caso che si informi prima realmente di come stanno i fatti, visto che le cose evidenziate dall’amministrazione comunale quest’oggi ai rappresentanti di polizia provinciale e Asl le andiamo ribadendo in tutte le sedi opportune da diversi mesi”.