A cura della Redazione
Torre del Greco. Ego Eco, sentenza Tar: parla il sindaco “La cosa che più mi meraviglia, è che la società Ego Eco si sia accorta solo nel luglio del 2014 di non avere sottoscritto col Comune alcun contratto e che quindi non era stata data esecuzione alla precedente sentenza del Tar Campania emessa il 7 gennaio del 2013”. Il sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, torna a parlare delle recenti decisioni del tribunale amministrativo regionale in merito al servizio di raccolta dei rifiuti. In particolare, il primo cittadino focalizza la propria attenzione sulla sentenza che “accoglie il ricorso” presentato dalla Ego Eco e che “dichiara l’obbligo del Comune di Torre del Greco di dare esecuzione alla sentenza di questo tribunale numero 157 del 7 gennaio 2013”. A sorprendere il sindaco è il fatto che “in un anno e mezzo la ditta non si sia interessata di non aver sottoscritto il contratto con l’ente e che tale esigenza sia stata palesata, con il ricorso al Tar, soltanto il 23 luglio scorso. Va ricordato che la mia amministrazione si è insediata a giugno, dopo un periodo di gestione commissariale e, prima ancora, dopo la presenza di un’altra amministrazione”. Sulla sentenza del Tar Campania il sindaco è categorico: “Giustamente i giudici – conclude Borriello – sono a conoscenza solo della mancata sottoscrizione del contratto. Non entrano nel merito, come non devono fare, delle motivazioni che ci hanno indotto a dichiarare non soddisfacente il servizio reso in questi mesi dalle Ego Eco”.