A cura della Redazione
Torre del Greco. Fitti passivi, recesso per due contratti Via alle procedure per la dismissione di altri due fitti passivi. Alla fine dell’anno scolastico, infatti, l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello procederà a recedere dai contratti sottoscritti con i proprietari dei plessi Colonia Sant’Antonio di via Santa Maria la Bruna e Padri redentoristi di via Sotto ai Camaldoli. Una decisione che è stata riportata all’interno di una delibera proposta dall’assessore alla Pubblica istruzione, Romina Stilo, e successivamente approvata dalla giunta. Nei giorni scorsi, poi, i rappresentanti dell’amministrazione di Torre del Greco hanno concordato con la dirigente scolastica interessata, le procedure da seguire in vista dell’inizio dell’anno scolastico 2015/2016: “Con Josè Abilitato – afferma l’assessore Stilo –, dirigente scolastico del comprensivo Falcone-Scauda, a cui fa riferimento il plesso Colonia Sant’Antonio, e preside facente funzioni all’Angioletti, istituto interessato dalla dismissione del plesso dei Padri redentoristi, abbiamo valutato gli interventi da porre in essere per arrivare all’avvio del prossimo anno scolastico senza problematiche. Per quanto riguarda la prima scuola, si è individuata la possibilità di sistemare gli alunni all’interno di una struttura di pertinenza della Falcone-Scauda, già in parte destinata a uffici di segreteria, struttura che prossimamente sarà interessata da specifici lavori di adeguamento funzionale. Per l’Angioletti invece sono stati individuati spazi all’interno dell’istituto di via Giovanni XXIII e anche al plesso Chiazzolelle per ospitare i ragazzi che oggi invece frequentano la struttura dei Padri redentoristi”. Sono poco più di 220 gli alunni iscritti nei due plessi i cui fitti passivi saranno dismessi a partire primo luglio 2015: 147 quelli che quest’anno frequentano la scuola dell’infanzia di Colonia Sant’Antonio (il cui contratto di fitto fu stipulato il il 14 luglio 1997) mentre alla primaria nel plesso dei Padri redentoristi sono 76 gli alunni iscritti (in questo caso il contratto è stato sottoscritto il 23 giugno 1988). “Prosegue il lavoro dell’amministrazione – afferma il sindaco, Ciro Borriello – per eliminare le spese legate ai fitti passivi”. “Questa delibera – conclude l’assessore alla Pubblica istruzione, Romina Stilo – segue un altro intervento che ci porterà a cancellare i costi a carico del bilancio comunale per altre due strutture scolastiche esistenti sul territorio, i plessi Parco Merola e Villa Capano. Accanto a questo lavoro, poi, stiamo provando a dare una decisa accelerata al lavori di adeguamento e completamento della scuola elementare Enrico De Nicola, che contiamo di consegnare alla popolazione scolastica e più in generale alla città entro il prossimo anno”.