A cura della Redazione
Torre del Greco. Allerta meteo, chiuse le scuole cittadine Scuole chiuse domani, maggiore attenzione alle situazioni di pericolo specie nelle zone a rischio frane e lungo i sottopassi, costante monitoraggio del territorio degli agenti di polizia municipale. Sono le indicazione che questo pomeriggio ha dato il sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, dopo il fonogramma giunto dalla direzione generale per i lavori pubblici e la protezione civile della Regione Campania che annuncia un peggioramento delle condizioni meteo-marine a partire dalla serata odierna: “Cielo molto nuvoloso o coperto – scrivono i responsabili della sala operativa della protezione civile regionale nel bollettino odierno – associato a precipitazioni sparse che dal pomeriggio-sera tenderanno ad intensificarsi assumendo anche carattere di forte rovescio o temporale. La marcata instabilità favorirà attività elettrica e grandinate. I fenomeni saranno accomunati a venti forti meridionali e raffiche durante i temporali”. Per questo motivo il primo cittadino, di concerto con l’assessore Luigi Mele, ha disposto – con una specifica ordinanza – per la giornata di domani, venerdì 7 novembre, “la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio del Comune di Torre del Greco”. A partire da questa sera e per le prossime 36-48 ore il sindaco Ciro Borriello ha poi chiesto al dirigente del settimo settore, Massimo Santoro, di monitorare la situazione complessiva in città, con particolare riferimento al “regolare funzionamento del reticolato idrogeologico e dei sistemi d’intercettazione e smaltimento delle acque meteoriche, di provvedere al monitoraggio delle aree a rischio frana, individuazione delle zone interessate da fenomeni di dissesto”. L’invito, poi, di concerto con gli agenti della polizia municipale, agli ordini del comandante Salvatore Visone, è di “presidiare le aree soggette ad allagamenti, sottopassi, locali terranei o comunque sottoposti alla sede stradale”. Di concerto, l’ufficio del sindaco coordinato dal capo di gabinetto Luigi Pepe, terrà costanti contatti sia con il comandante della polizia municipale, sia con il comandante della Capitaneria di Porto, Rosario Meo, che a sua volta diramerà specifici bollettini ai navigazioni circa le condizioni meteo-marine. Dalla protezione civile regionale arriva poi l’invito a informare la popolazione sull’adozione di misure di autotutela (come evitare di porsi sotto gli alberi quando ci sono scariche elettriche all’evitare di avvicinarsi al mare in caso di forte vento) e di porre in sicurezza eventuali beni esposti.