A cura della Redazione
Torre del Greco. Consiglio comunale, odg su abbattimenti L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello torna a sollecitare la Camera e in particolare la commissione Giustizia affinché proceda con celerità all’approvazione della proposta di legge legata agli abbattimenti di immobili abusivi. E lo fa con un ordine del giorno che ieri sera, mercoledì 8 ottobre, è stato approvato all’unanimità del consiglio comunale: l’assise cittadina ha infatti approvato il testo proposto dalla maggioranza consiliare rivolto al Governo: “Questa amministrazione – si legge nel documento licenziato dal consiglio comunale – relativamente alla tematica delle demolizioni di manufatti abusivi oggetto di sentenze passate in giudicato, rivolge un sollecito a codesto Governo e al presidente della Camera, affinché il disegno di legge, posto all’attenzione della commissione Giustizia possa conseguire un esito favorevole. Quanto sopra, anche in considerazione alle problematiche locali e in relazione a principi di ragionevolezza, atteso che i criteri del disegno di legge in argomento assumono a riferimento i contenuti di protocolli di intesa già in uso presso alcune Procure”. In merito al ddl Falanga, approvato nella commissione Giustizia del Senato lo scorso mese di gennaio e che da allora attende di essere calendarizzato dal pari organismo della Camera guidato dal deputato Pd Donatella Ferrante, più volte ci sono stati interventi e iniziative da parte dell’amministrazione di Torre del Greco e in particolare del sindaco Ciro Borriello, che a luglio fu a capo di una delegazione di primi cittadini e assessori dei comuni interessati dalla problematiche degli abbattimenti di immobili abusivi che si recò a Roma per incontrare i parlamentari degli opposti schieramenti: “Da allora – afferma il sindaco Borriello – nonostante le tante promesse e rassicurazioni ricevute, il processo per l’approvazione del ddl Falanga, che prevede la calendarizzazione delle demolizioni mettendo a ‘fondo scala’ gli immobili destinati a civili abitazioni e ad attività economico-commerciali, non è andato avanti. Con l’ordine del giorno approvato nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale, ribadiamo la necessità che venga completato al più presto l’iter di questo importante provvedimento. Come Comune di Torre del Greco, abbiamo creduto subito che tale proposta fosse utile per meglio regolamentare una materia che interessa la mia città e più in generale l’area vesuviana e la Campania”. Un aspetto questo che si inserisce in un programma di interventi più vasto che prevede anche l’analisi della legge regionale di recente impegnata dal Governo ma solo per pochi commi, e in particolare solo per un aspetto che riguarda la tematica del condono. “Abbiamo studiato di concerto con il dirigente del settore – afferma l’assessore all’Urbanistica, Luigi Mele – consultando le motivazioni addotte dal Governo nazionale sulla legge regionale sugli interventi di rilancio e sviluppo dell’economia campana. L’organo centrale in particolare evidenzia come la mancata disamina delle vecchie domande di condono da parte dei comuni non fa venir meno l’obbligo giuridico degli enti locali di concludere comunque i relativi procedimenti sulla base degli atti disponibili, con la conseguenza che il termine introdotto nella disposizione regionale non può avere natura perentoria ma solo di orientamento o di sollecitazione”. Su questo aspetto, dopo il recente rilascio di due condoni per altrettanti immobili, si sta lavorando per accelerare il rilascio di altre sanatorie grazie ai relativi pareri forniti dalla Soprintendenza.