A cura della Redazione
Torre del Greco. L´iniziativa "Un libro per tutti" Tre giorni dedicati allo scambio di testi usati: ecco “Un libro per tutti”, l’ iniziativa promossa dall’assessorato alle Politiche giovanili, guidato da Anita Di Dona, in collaborazione con tre associazione: Alt (associazione lettori torresi), Caffè cultura e Wesuvio. Si parte venerdì 10 ottobre dalle 15 alle 19 nella tensostruttura La Salle di viale Campania. Stesso orario sabato 11 (15-19) mentre domenica 12 l’iniziativa, aperta a genitori, studenti e curiosi e con ingresso libero, è in programma dalle 10 alle 13. L’iniziativa è tutta incentrata sullo scambio volontario di testi di istruzione secondaria di primo e secondo grado, oltre che – all’occorrenza – anche di altri libri. Lo scambio sarà svolto direttamente dagli interessati che saranno presenti all’interno della tensostruttura, nella quale saranno allestiti diversi tavoli per facilitare le operazioni. “Abbiamo accolto con grande piacere – afferma l’assessore Anita Di Donna – la proposta avanzataci dalle tre associazioni torresi, che hanno voluto così rilanciare un’iniziativa che negli anni passati è stata portata avanti dal Forum della gioventù. Proprio in questa circostanza, ci fa piacere ricordare che siamo al lavoro proprio per consentire di rinnovare l’organismo di rappresentanza dei giovani torresi. Siamo certi che, alla luce anche dei riscontri che l’iniziativa ha saputo riscuotere in passato, anche quest’anno saranno numerosi i partecipanti”. Le associazioni che hanno promosso di concerto con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello l’iniziativa “Un libro per tutti” ricordano come “il fine è quello di poter offrire a tutti gli studenti, e alle loro famiglie, la possibilità di poter scambiare libri in un luogo che non sia l’istituto di riferimento evitando, in questo modo, interruzioni durante l’orario scolastico, interruzioni che ovviamente possono creare disagi al regolare svolgimento delle lezioni, Attraverso questa iniziativa, poi, si creano momenti di aggregazione tra i ragazzi e le rispettive famiglie, con la possibilità di scambiare opinioni, consigli e idee su temi comuni”.