A cura della Redazione
Torre del Greco. Successo per lo spettacolo di Roby Facchinetti Piazza gremita e tanto entusiasmo al primo spettacolo de "I suoni del Campanile", la rassegna realizzata grazie a un finanziamento dell´assessorato al Turismo e ai beni culturali della Regione Campania con risorse dell´obiettivo operativo 1.9 del Por Campania Fesr 2007/2013. Più di tremila persone hanno assiepato ieri sera, venerdì 19 settembre, l´area antistante la basilica di Santa Croce, dove si è svolto il concerto "Parsifal… e un po´ del nostro tempo perduto", con la partecipazione del cantante dei Pooh Roby Facchinetti e la presenza dell´orchestra diretta dal maestro Leonardo Quadrini e di 75 elementi del coro Jubilate Deo guidati dal maestro Giuseppe Polese. Grande partecipazione alle canzoni di Facchinetti, per uno spettacolo durato oltre due ore. Soddisfazione tra gli organizzatori della rassegna, guidati dal direttore artistico Patrizia Porzio, rassegna che ora riprenderà con una serie di iniziative legate alla musica sacra e con i lavori di restauro della facciata esterna del campanile nell´ambito di un progetto promosso dal parroco della basilica di Santa Croce, don Giosuè Lombardo, e che dopo avere ricevuto i necessari pareri della Soprintendenza - è stato donato al Comune per la circostanza. "Una serata straordinaria - è stato il commento dell´assessore regionale al Turismo, Pasquale Sommese - che testimonia come sia giusto investire nella cultura e nei simboli delle nostre città, come lo sono la basilica e il campanile di piazza Santa Croce per Torre del Greco". "Questa rassegna - gli fa eco il sindaco, Ciro Borriello - ha acceso ulteriormente i riflettori su piazza Santa Croce, già qualche anno fa ristrutturata con una serie di importanti interventi. Oltre alla musica, protagonista sarà il campanile, che al termine della manifestazione vedrà il pieno recupero delle facciate esterne". Lavori questi ultimi che saranno realizzati sotto la guida dell´architetto Ornella Silvetti. Soddisfazione anche nelle parole dell´assessore alla Cultura e al turismo del Comune, Alessandra Tabernacolo: "Il successo della serata inaugurale - dice - è il frutto di un lavoro in sinergia tra più realtà, che la nostra amministrazione ha ora potuto completare. Va detto che, senza la fattiva collaborazione del parroco di Santa Croce, don Giosuè Lombardo, che ha promosso il progetto di recupero del campanile, tutto questo non sarebbe stato possibile". Un´attenzione alle bellezze locali sulle quali dal palco ha posto l´accento lo stesso Roby Facchinetti: "Mi ha molto appassionato la storia di questo campanile, capace di resistere alle eruzioni del Vesuvio. Complimenti agli enti e alle istituzione che, con questa rassegna, hanno inteso valorizzare un bene così prezioso per la città di Torre del Greco". Ora l´attenzione è concentrata sui prossimi appuntamenti: "Il tempo di riposarsi un attimo - afferma Patrizia Porzio - e subito ci ritufferemo nei tanti impegni della rassegna ´I suoni del Campanile´. con una serie di appuntamenti che andranno avanti fino a gennaio, tra musica e i previsti interventi di restauro del campanile. La serata di ieri ha appassionato la gente presente ma è stato anche un importante volano per l´economia cittadina: i titolari delle attività commerciali poste tra piazza Santa Croce e le aree limitrofe, ad esempio, che hanno potuto registrare incassi superiori rispetto al consueto, ci hanno spronato ad andare avanti lungo questa strada".