A cura della Redazione
Torre del Greco. Approvate le linee programmatiche È stato approvato a maggioranza nel corso del consiglio comunale convocato ieri sera, martedì 10 settembre, e conclusosi a notte inoltrata il Programma di governo-linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da realizzare nel corso del mandato del sindaco. Ciro Borriello ha illustrato i punti principali dell’azione che intende portare avanti, insieme ai componenti della giunta, leggendo una lunga e articolata relazione: “Con questo programma – ha detto – intendo inaugurare un nuovo modo di fare politica, la politica dei piccoli passi che non tollero però venga scambiata per mediocrità”. Tanti gli aspetti toccati nel corso del suo intervento dal primo cittadino. Si è partiti dalle politiche sociali, a cui è stato dedicato ampio spazio: “L’amministrazione – ha sostenuto – si pone come obiettivi la solidarietà a sostegno delle persone che vivono in disagio economico con l’implementazione del fondo per gli indigenti e l’istituzione di un albo di disponibilità delle persone in stato di bisogno; interventi a favore degli anziani, anche di miglioramento degli aspetti sanitari; interventi in favore di soggetti diversamente abili e dell’infanzia e dell’adolescenza”. Spazio anche all’ospedale Maresca, per il quale verrà messa “in campo ogni azione possibile di rilancio, sulla scorta tra l’altro delle recenti normative regionali che hanno modificato la legge in cui si prevedeva un declassamento del nosocomio e dove sono programmati lavori per complessivi 2,8 milioni che interessano il reparto Gastroenterologia”. “La gestione del bilancio – ha proseguito il sindaco passando a parlare delle politiche finanziarie – sarà improntata a scelte oculate e selettive nell’impiegare le risorse” in maniera da portare “una logica di oculata gestione e di riduzione della spesa”. Sui lavori pubblici e l’urbanistica non poteva mancare la sottolineatura sull’adeguamento del piano regolatore generale vigente “alle norme sovraordinate e alle mutate esigenze della realtà locale mediante l’approvazione del piano urbanistico comunale (Puc)”. Sugli interventi per il “progetto centro storico, l’intenzione di questa amministrazione è di continuare nell’azione di riqualificazione, rigenerazione e rivitalizzazione degli ambiti della città storica, promuovendo progetti sia per le superfici verticali sia per la mobilità”. Discorso a parte sul condono edilizio: “In merito al quale si è proceduto alla disamina delle condizioni di contesto per conseguire, attraverso l’individuazione di opportune misure, il risultato della definitiva istruttoria delle pratiche di condono e del rilascio del titolo abilitativo in sanatoria”. Spazio anche “alla rimodulazione e implementazione del programma Più Europa”. Sulla sicurezza cittadina “si procederà a una ulteriore diffusione della telesorveglianza, più ramificata sul territorio e più efficiente”. Pubblica istruzione: “Saranno intraprese azioni volte a promuovere il benessere a scuola, le buone relazioni scolastiche e a prevenire il disagio”. “L’amministrazione concorrerà a creare servizi educativi e formativi di qualità sul proprio territorio, attraverso il sostegno alla programmazione educativa e didattica dei vari istituti scolastici”. Tanti poi i punti per migliorare la qualità della vita legata all’ambiente. In particolare “per l’obiettivo ‘Mare pulito’ sarà perseguito il ripristino dei depuratori nella località San Giuseppe alle Paludi e nei pressi di villa Inglese. Un mare pulito costituirà anche il giusto volano per una opportuna riqualificazione di tutta la fascia costiera del territorio comunale”. Un capitolo a parte sui rifiuti: “L’obiettivo – ha detto il primo cittadino – è incrementare la raccolta differenziata, sia presso i grandi produttori, sia presso le famiglie. Sarà effettuata una capillare compagna di informazione per la riduzione dei rifiuti prodotti”. “L’amministrazione – ha proseguito sull’argomento Ciro Borriello – intende adottare un ‘Piano rifiuti zero’ secondo le linee guida del relativo protocollo internazionale”. “Per valorizzare la tradizione e le eccellenze dei prodotto locali – il concetto del primo cittadino nel parlare del marketing territoriale – si organizzeranno fiere; vendita di prodotti tipici e a chilometro zero, esibizioni di artisti di strada. Si promuoveranno iniziative culturali e ricreative, fruendo degli spazi come l’ex palestra Gil e riprendendo, anche sotto una nuova veste, antiche tradizione come la festa dei Quattro altari”. Sull’edilizia sportiva, dopo avere parlato della realizzazione di piste ciclabili, il sindaco ha ricordato che si punta a rendere “più funzionale lo stadio Liguori” e si è soffermato sulla Cittadella dello sport che dovrà sorgere nella zona di villa Inglese. “Si intende istituire la commissione pari opportunità al fine di promuovere le politiche di genere – è un altro concetto lanciato dal primo cittadino nel corso dell’assise comunale – e riattivare il servizio Informagiovani”. Sulle politiche di lavoro e formazione, Borriello ha posto l’accento sulla creazione di un polo didattico “con l’obiettivo di formare tecnici per la progettazione e l’istallazione di impianti solari e fotovoltaici”. Ultimo punto toccato, la creazione di un centro antiviolenza. “Fin da adesso – ha concluso il sindaco – confermo di essere pronto a valutare ulteriori proposte ed integrazioni al programma provenienti da ogni schieramento politico. Ciò a dimostrazione della consapevolezza della necessità di una collaborazione costruttiva tra maggioranza e opposizione per il bene della collettività amministrata”.