A cura della Redazione
Torre del Greco. Tavolo di confronto su problematica mare Un tavolo di confronto per affrontare e provare a risolvere le diverse problematiche legate al mare. Piena sintonia tra il sindaco di Torre del Greco, Ciro Borriello, e il nuovo comandante della Capitaneria di porto torrese, Rosario Meo, che domani, venerdì 5 settembre, prenderà il posto (nel corso di una cerimonia ufficiale in programma a partire dalle 11 negli spazi antistanti il circolo Nautico) dell’uscente Antonio Cacciatore, che dopo due anni lascia per andare a ricoprire importanti incarichi alla Capitaneria di Palermo. Nel corso dell’incontro ufficiale svoltosi a palazzo Baronale prima della cerimonia del passaggio di consegne, il primo cittadino ha voluto confrontarsi con il neocomandante della Guardia costiera, trovando immediatamente una buona sintonia: “Entrambi – afferma Ciro Borriello – abbiamo concordato che serve maggiore vigore per consentire a Torre del Greco di tornare ad essere realmente una città di mare, con la convinzione e la consapevolezza che il mare possa fornire sviluppo e opportunità lavorative ai torresi. A tale proposito, l’istituzione di un tavolo specifico è parso il primo passo per affrontare seriamente le problematiche che ogni giorno vessano la gente di mare. In questo, il comandante Meo mi è apparso avere le idee chiare”. “Il porto di Torre del Greco – afferma Rosario Meo – come del resto anche quello della vicina Portici, sono scali dalle enormi possibilità ma anche dalle potenzialità che restano tuttora inespresse. Per questo occorre avviare da subito un colloquio serrato con la Regione per promuovere progetti di sviluppo delle aree portuali. Quale migliore idea, allora, di quella di istituire un tavolo che oltre alle presenza della Capitaneria, del Comune di Torre del Greco e degli altri enti locali interessati veda la partecipazione proprio di esponenti di palazzo Santa Lucia, ma penso ancora a rappresentanti dell’Arpac e dell’Asl e, per rimanere ancora legati al territorio di nostra competenza, a esperti dell’Enea e dell’istituto zooprofilattico. Il comprensorio che fa riferimento a Torre del Greco conta 30mila matricole iscritte: numeri che fanno di questo comparto uno dei più grandi di tutta Italia. Quello torrese è un popolo che ha ricevuto tantissimo dal mare ed è giusto che si ‘rimetta’ in mare, nel senso che riesca a sfruttare le opportunità che possono creare espansione e di conseguenza occupazione. La sinergia è importante, ne sono sempre stato convinto e questa convinzione è cresciuta da quando sono diventato il responsabile regionale del piano di raccolta dei rifiuti portuali”. Non solo “tavolo del mare”: nel corso del lungo colloquio tra Ciro Borriello, Rosario Meo e Antonio Cacciatore è nata la volontà dell’amministrazione di convocare al più presto un incontro con tutte le forze impegnate nella sicurezza dei cittadini: Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Capitaneria di porto, Corpo Forestale dello Stato, Polizia municipale. “L’obiettivo – spiega il sindaco Ciro Borriello – è quello di formare una sorta di coordinamento volto a migliorare la vivibilità e il controllo dell’intero territorio cittadino. Anche in questo caso, abbiamo subito incassato l’appoggio del neocomandante della Capitaneria, Rosario Meo”.