A cura della Redazione
Torre del Greco. Disservizi idrici, sindaco incontra la Gori Entro tre mesi la soluzione definitiva alle continue carenze idriche nelle palazzine della zona di viale Lombardia; in due settimane un progetto di massima per portare acqua a sufficienza nella parte alta della città. Sono i due impegni strappati dal sindaco Ciro Borriello alla Gori e al responsabile della gestione degli acquedotti regionali al termine dell’incontro svoltosi ieri, martedì 2 settembre, a palazzo Baronale. Un incontro sollecitato dall’amministrazione comunale sulla scorta delle segnalazioni e delle proteste giunto da un cospicuo gruppo di residenti nelle palazzine poste nel quartiere di Sant’Antonio, che a più riprese hanno evidenziato all’ente la perenne scarsa erogazione e talvolta la completa mancanza di acqua potabile nelle loro case. Nei mesi scorsi i cittadini del complesso immobiliare di viale Lombardia hanno perfino organizzato un corteo di protesta che si era concluso a palazzo La Salle con un incontro con l’assessore ai Lavori pubblici, Luigi Mele. Anche sulla scorta di quanto evidenziato dall’assessore, il sindaco ha promosso il summit di ieri al quale hanno partecipato il direttore di esercizio della Gori (società che gestisce anche a Torre del Greco il servizio idrico), Francesco D’Avino, e il responsabile della gestione degli acquedotti regionali, Ciro Pesacane. Un incontro che è stato preceduto da un colloquio che il primo cittadino ha voluto tenere con alcuni rappresentanti delle palazzine di viale Lombardia per essere aggiornato sulle ultime novità in merito. Una delegazione di residenti ha poi partecipato, nella qualità di uditori, all’incontro che ha dato i risultati auspicati: “Abbiamo avuto ampie garanzie – spiega Ciro Borriello – con un impegno sostanziale che tempo qualche mese, al massimo tre, la vicenda della scarsa potenza dell’acqua nelle palazzine di viale Lombardia sarà risolta. In particolare, è stato garantito che verranno effettuati lavori ai collegamenti idrici nella zona, per assicurare più pressione a ridosso delle palazzine dove si lamentano i maggiori disservizi legati alla erogazione”. Il discorso, su espressa richiesta del sindaco, si è poi spostato sulle esigenze della parte alta della città, in particolare su via Pisani, via Boccea e via Ruggiero: “Anche qui – spiega Borriello – le lamentele sulle difficoltà del servizio idrico sono notevoli. In questo caso il rappresentante della Gori, di concerto con l’incaricato della Regione, ha preso due settimane di tempo per studiare una soluzione e produrre una proposta operativa per migliorare l’attuale situazione. Al vaglio dei responsabili della società che gestisce la risorsa idrica nella nostra città, c’è una sorta di redistribuzione dell’intera rete, per ottimizzare le risorse e fornire quindi un servizio adeguato ai cittadini che risiedono nella fascia pedemontana. Siamo fiduciosi che le risposte non tarderanno ad arrivare”.