A cura della Redazione
Torre del Greco. Progetto per due piste ciclabili Due piste ciclabili per Torre del Greco. È più di una semplice idea quella del sindaco, Ciro Borriello, che ieri, venerdì 29 agosto, ha trascorso parte del pomeriggio a effettuare una serie di sopralluoghi in giro per la città. Stavolta l’attenzione del primo cittadino non è stata riservata alla viabilità ordinaria o alla questione legata alle carenze del servizio di raccolta dei rifiuti: Borriello, accompagnato da tecnici di fiducia, si è recato prima nella parte alta della città, a ridosso con la vicina Trecase, per poi dedicare la sua attenzione a via Litoranea. In entrambi i casi i sopralluoghi hanno dato esito positivo: da quelle parti – è il convincimento del sindaco – si possono realizzare altrettante piste ciclabili. La prima area individuata da Ciro Borriello è quella dove anni fa si puntava a completare la strada pedemontana del Vesuvio, arteria in grado di collegare Torre del Greco con diversi comuni dell’hinterland vesuviano. Tramontata l’ipotesi di ultimare l’arteria, il sindaco ha ora rilanciato con un’idea per certi aspetti rivoluzionaria e al tempo stesso decisamente meno impattante dal punto di vista ambientale: “La realizzazione di una pista ciclabile nella zona – spiega il primo cittadino – secondo il parere dei tecnici che mi supportano in questo tipo di attività, non risulterebbe affatto complicata, anche perché il tracciato sarebbe di fatto già segnato da precedenti attività. Si tratterebbe di effettuare solo piccoli interventi che, col sostegno degli organismi competenti, potrebbero permettere la creazione di un ideale percorso per le bici”. Ma l’idea del sindaco è decisamente più ampia: “Questo permetterebbe di creare una sorta di turismo eco-sostenibile – prosegue Borriello – che andrebbe a valorizzare un’area dove sono presenti anche diverse attività legate alla ristorazione, per creare attenzione non soltanto tra i cittadini torresi ma anche tra i tanti appassionati delle due ruote in giro per Napoli e provincia e perché no, grazie alla vicinanza con alcuni sentieri del parco nazionale del Vesuvio, anche di turisti innamorati di questi luoghi e amanti dello spostamento in bicicletta”. Da una bellezza all’altra: la seconda pista ciclabile nei pensieri futuri del primo cittadino è quella che potrebbe essere realizzata nella zona di via Litoranea, a due passi dal mare. “Un’idea attuabile – tiene subito a precisare il sindaco – solo quando sarà ultimata la strada parallela, per un buon tratto già aperta da alcuni anni e che, una volta completati gli interventi, andrà a collegare la zona di via De Gasperi a ridosso dell’ex hotel Scobel alla rotonda che regola il traffico in viale Europa”. Il completamento di questa arteria, permetterebbe di ripensare all’intera viabilità nella zona del lungomare: “La nostra intenzione – spiega Ciro Borriello – è di portare via Litoranea a senso unico, allargando la passeggiata a ridosso del mare e creando, in questo modo, una pista ciclabile. Anche in questo caso l’intervento, grazie alla ‘strada parallela’, sarebbe realizzabile senza grossi problemi”.