A cura della Redazione
Torre del Greco. Rifiuti, piano eccezionale per la raccolta Un piano eccezionale per fare fronte alle deficienze del servizio di raccolta dei rifiuti. È quello che sta studiando in questi giorni l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Ciro Borriello e dall’assessore ai Rifiuti, Salvatore Quirino. I rappresentanti della giunta non vanno in ferie e anzi controllano da vicino lo svolgimento del servizio di recupero della spazzatura. “Un servizio – afferma Quirino – che continua a presentare diverse criticità. In città si segnalano cumuli di rifiuti non raccolti già alle 9 del mattino, con diverse strade che non vengono spazzate e lavate, disattendendo in questo modo alcuni dei punti fondamentali del capitolato d’appalto sottoscritto tra l’ente e la ditta affidataria, la Ego Eco”. Per questo motivo l’amministrazione è al lavoro per varare, se le cose dovessero continuare ad andare in questo modo, un piano straordinario che preveda l’utilizzo di spazzatrici e mezzi lavastrade che verranno prese in fitto da altre società: “Un intervento – prosegue l’assessore con delega ai Rifiuti – che ovviamente andrebbe fatta in donna della ditta affidataria del servizio a Torre del Greco. I costi sostenuti per questi interventi, infatti, andrebbero a gravare come spese extra nei confronti della Ego Eco”. Una sorta di ulteriore ammenda ai danni della ditta incaricata della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, che farebbe seguito alle contestazioni elevate a più riprese per ulteriori inadempienze al capitolato d’appalto, contestazioni che hanno portato - solo nello scorso mese di luglio - a evidenziare nei confronti della Ego Eco deficienze costate multe per complessivi 90mila euro. “L’obiettivo – lo tiene a precisare Salvatore Quirino – è quello di garantire il ripristino delle condizioni minime di un servizio estremamente importante, che purtroppo negli ultimi tempi non viene reso come invece è auspicabile. L’intervento straordinario è insomma l’ultimo stadio verso il quale l’amministrazione si spinge nel tentativo di vedere la città più pulita”. Un’amministrazione comunale impegnata, proprio con il sindaco e l’assessore, anche di sera e di notte a seguire il regolare svolgimento della raccolta dei diversi sacchetti differenziati, specie nelle isole ecologiche dove una recente disposizione ha imposto alla Ego Eco di raccogliere i rifiuti più volte al giorno, con una disinfezione quotidiana dei cassoni che contengono la parte riservata alla frazione umida: “Nei nostri sopralluoghi notturni – sottolinea l’assessore ai Rifiuti del Comune di Torre del Greco – abbiamo notato come le programmate 42 unità lavorative siano semplice utopia. In questi giorni a svolgere il servizio ci sono sei-sette camion, insieme a quattro addetti allo spazzamento. Calcoli alla mano, siamo nella migliore delle ipotesi sotto di una ventina di unità rispetto allo standard assicurato all’atto dell’aumento del costo del servizio di 90mila euro, aumento sancito con una specifica delibera di consiglio comunale dall’amministrazione Malinconico. Questo servizio reso notevolmente sotto organico, comporta il fatto che la città già alle 9 del mattino risulti sporca”.