A cura della Redazione
Torre del Greco. Cavalcavia, conferenza di servizi Una conferenza dei servizi entro la prossima settimana per dirimere le tante questioni ancora aperte in merito ai cavalcavia autostradali. È il punto d’intesa trovato dall’amministrazione comunale di Torre del Greco, guidata dal sindaco Ciro Borriello, e dai rappresentanti del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti venuti oggi in città per constatare di persona le diverse criticità dei cantieri aperti dalla Sam e utili a realizzare le opere accessorie ai lavori di ampliamento della terza corsia della A3 Napoli-Salerno. Un incontro al quale hanno preso parte il responsabile della vigilanza sulle società concessionarie autostrade del Ministero, Mauro Coletta, e l’assessore ai Lavori pubblici e all’Urbanistica, Luigi Mele, insieme a funzionari e dipendenti di Ministero e Comune. Il sindaco ha portato i rappresentanti dei Dicastero delle Infrastrutture e dei trasporti prima nella zona di via Marconi, quindi in via Curtoli, via Del Monte, Sotto ai Camaldoli, Giovanni XXIII e infine in via Nuova Trecase, prima di lasciare la delegazione insieme al primo cittadino di Trecase, Raffaele De Luca, per proseguire il giro nel vicino comune vesuviano. Al termine del lungo pomeriggio di sopralluoghi Ciro Borriello e Mauro Coletta hanno concordato la convocazione di una conferenza dei servizi per la prossima settimana. “È giusto innanzitutto – afferma il sindaco Borriello – esprimere la piena soddisfazione per l’interessamento del Ministero alle problematiche derivanti dalla cattiva o talvolta incompleta realizzazione delle opere promesse dalla Società autostrade meridionali, con gravi disagi per l’intera cittadinanza. Abbiamo convenuto verbalmente che alcuni interventi che possono essere realizzati con facilità verranno portati a termine a stretto giro, mentre per quelli più complessi, penso al completamento del sottopasso di via Sotto ai Camaldoli, verrà preso l’impegno che le opere verranno consegnate entro il prossimo anno”. Una soddisfazione, quella espressa dal primo cittadino, che cresce se si pensa che “abbiamo posto le basi – prosegue Ciro Borriello – per realizzare due nuove uscite sulla viabilità ordinaria: quella di via Marconi, all’altezza del vecchio casello autostradale, per chi proviene da via Marconi, e quella nella zona della ‘pinetina’ di via Giovanni XXIII per chi invece viene da Napoli”. Ora l’attesa è per la convocazione della conferenza dei servizi per mettere nero su bianco quanto deciso verbalmente: “Si dovrà trovare una forma – spiega il primo cittadino di Torre de Greco – per individuare quale soggetto dovrà realizzare l’intervento, come ed entro quanto, ma anche trovare la forma per sanzionare eventuali ritardi”. Compiacimento per il lavoro portato a termine nel pomeriggio viene espresso anche dall’assessore all’Urbanistica e ai lavori pubblici: “Abbiamo constatato – afferma Luigi Mele – quali sono tutti gli interventi rimasti sospesi sull’intero territorio cittadino. In particolare, abbiamo notato lo stupore dei nostri interlocutori quando si sono trovati di fronte situazioni come quella di via Lamaria, con interventi sospesi e perfino l’assenza di un cartello che indichi l’altezza massima per i mezzi in transito. Siamo fiduciosi sulla pronta convocazione della conferenza dei servizi e sul proficuo esito di questi lavori”.